Westworld

Benvenuti nel fantastico mondo della Fantascienza & Fantasy in TV
Rispondi
Avatar utente
TheGib
Ammiraglio di Flotta
Ammiraglio di Flotta
Messaggi: 7713
Iscritto il: 16 gen 2005, 10:21
Località: Livorno - Italy

Westworld

Messaggio da TheGib » 27 set 2016, 22:56

"La nostra vera nazionalità è l'umanità." H.G.Wells
--------------------------
"...c'è una certa drammatica ironia in tutto questo, una sincronia che sconfina con la predestinazione, si potrebbe dire..." R.Giles

Avatar utente
TheGib
Ammiraglio di Flotta
Ammiraglio di Flotta
Messaggi: 7713
Iscritto il: 16 gen 2005, 10:21
Località: Livorno - Italy

Re: Westworld

Messaggio da TheGib » 9 dic 2016, 22:42

Completata la visione di questa nuova serie, posso confermare che trattasi di ottimo prodotto :bravo:

La prima puntata è praticamente perfetta, con un finale che la dice lunga su quel che potrà accadere.
Nel seguito il tono cala leggermente, pur mantenendo un livello molto alto; talvolta, mentre le puntate si susseguono, nasce la paura che si voglia mettere troppa carne al fuoco e/o che non si abbia una pianificazione precisa di come le varie sottotrame debbano intrecciarsi. Ma non è così.
Ciò nonostante è indubbio che ci sia un calo di tensione verso la metà della stagione, con qualche -almeno apparente- ciurlata nel manico. Eppure l'interesse di capire che cosa accadrà è sempre altissimo, mentre i vari confronti uomo-macchina spaziano da Blade Runner a EX MACHINA; per tacere degli ovvi rimandi al film da cui germoglia questa serie :wink: , che viene omaggiato con citazioni più o meno evidenti (Delos...).
Passato il cosiddetto "giro di boa", ormai assuefatti ai confronti profondi ma enigmatici tra i vari protagonisti, e magari messi su chi vive dalle teorie che girano su internet (e che ovviamente non vi linko :bandit: ), si arriva al 7° episodio con il primo grande botto: da lì è un crescendo di rivelazioni e colpi di scena, sino al finale catartico che, pur lasciando il consueto spazio al seguito preannunciato, potrebbe tranquillamente chiudere, con somma personale soddisfazione, l'esperienza.
Unico dubbio: alcune sottotrame minori sono state semplicemente abbandonate, oppure "congelate" per il seguito, dato che il materiale presentato è più che sufficiente per questa stagione? :rolleyes:

P.S.: va rimarcata la bravura dei protagonisti, a partire dall'immenso Hopkins per continuare con Wright, Harris, e gli altri. Peccato che si continui a utilizzare Mardsen per la parte del... cretino suo malgrado :vabbe:
"La nostra vera nazionalità è l'umanità." H.G.Wells
--------------------------
"...c'è una certa drammatica ironia in tutto questo, una sincronia che sconfina con la predestinazione, si potrebbe dire..." R.Giles

YusukeUrameshi
Cadetto
Cadetto
Messaggi: 56
Iscritto il: 19 mag 2016, 18:00

Re: Westworld

Messaggio da YusukeUrameshi » 21 gen 2017, 18:05

Proprio quando mi stavo convicendo a vederla, scopro che per la seconda stagione bisogna aspettare l'anno prossimo! Dunque per ora evito preferendo altro che non manca.

Avatar utente
TheGib
Ammiraglio di Flotta
Ammiraglio di Flotta
Messaggi: 7713
Iscritto il: 16 gen 2005, 10:21
Località: Livorno - Italy

Re: Westworld

Messaggio da TheGib » 25 ago 2018, 11:25

Completata la visione della seconda stagione; qui di seguito il trailer, ovviamente da vedere solo se già visionata la prima stagione:


A questo punto il commento (della relativa stagione) mi esonda molto simile a quello per Äkta människor (Real Humans), non a caso serie con diversi punti di contatto.

La seconda stagione si riallaccia perfettamente alla fine della prima, e
Spoiler:
moltiplica il gioco dei piani temporali stavolta a carte scoperte.
Dato che, come già osservato, la prima stagione poteva benissimo essere autoconclusiva, è necessario creare approfondimenti laterali e retcon plausibili ma spesso contorsionistici. Questo, unito alla difficoltà stile Looney Tunes di uccidere alcuni personaggi, porta un velo di dubbiosa nebbia sugli altresì interessantissimi confronti per temi di alto peso specifico: libero arbitrio, privacy, proprietà privata (anche intellettuale), analisi della coscienza (anima?), rapporto evolutivo tra creatore e creazione (chi crea chi? chi evolve chi?). Anche se le idee/soluzioni proposte talvolta peccano di ingenuità/semplicità, per tacere delle gomitate a Matrix o a Memento :wink:

Insomma, l'equilibrio raggiunto nella prima stagione questa volta si perde, pur rimanendo un'opera di ottimo livello.
E, cosa a mio parere peggiore, si lascia di nuovo un finale (e alcuni personaggi...) sin troppo aperto: per una terza stagione già annunciata ma con premesse ammp molto meno interessanti o rivoluzionarie.
"La nostra vera nazionalità è l'umanità." H.G.Wells
--------------------------
"...c'è una certa drammatica ironia in tutto questo, una sincronia che sconfina con la predestinazione, si potrebbe dire..." R.Giles

Rispondi

Torna a “Serie Fantascienza & Fantasy”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite