Crossover: Mistero nel quadrante gamma

Fanfic scritte dagli utenti di Star Trek Italia
Rispondi
Avatar utente
trekfan1
Ammiraglio di Flotta
Ammiraglio di Flotta
Messaggi: 6362
Iscritto il: 5 ott 2002, 17:04
Località: Italy
Contatta:

Crossover: Mistero nel quadrante gamma

Messaggio da trekfan1 » 2 ott 2009, 21:35

Episodio 2 - Mistero nel quadrante gamma
Parte 1 - Ritorno nel passato
by Bosk
I nomi dei personaggi sono quelli della versione originale
Questa fanfiction ha avuto due nominations per gli Oscar di IAC

--------------------------------------------------------------------------
[Nota: Comunicazioni via radio/comunicatori in arrivo nell'ambiente
corrente saranno marcate con :++ dopo il nome dell'interlocutore]
--------------------------------------------------------------------------
Prologo
--------------------------------------------------------------------------
Inquadratura dell'Enterprise dall'esterno mentre e' in orbita attorno
alla Terra.

Voce di Picard: Diario del capitano. Data Stellare 48312.3.
Uno strano fenomeno nel quadrante Gamma mi ha spinto a richiedere
una deroga al Comando di Flotta per ricevere un aiuto esterno.
Il Comando, dopo aver visionato parte del diario di bordo registrato
in data stellare 48019.5, ha autorizzato la mia richiesta.
Ci troviamo in orbita attorno alla Terra del XX secolo di un'altra
linea spazio-temporale, per cercare di contattare il gruppo di
persone che ci ha aiutato in quell'occasione.
Il signor Data aveva inserito in un'onorificenza assegnata ad un
membro di questo gruppo un comunicatore per questa remota eventualita'.

L'immagine si sposta all'interno dell'astronave.

Picard: Data, e' sicuro che questa linea spazio-tempo sia quella
corretta?
Data: Si signore, ho rilevato la posizione del comunicatore, ma siamo
rientrati in questa linea spazio-tempo 15 mesi circa dopo l'altro
balzo. Ho rilevato le fonti di energia ma i loro dati sono diversi
dall'altra volta...
Picard: In che senso diversi?
Data: Sono sempre nove, ma una mi e' sconosciuta, come se una fosse
scomparsa e ne fosse apparsa un'altra. Quest'ultima, tra l'altro,
risulta essere molto piu' potente.
Per le altre, i livelli di emissione sono aumentati. Inoltre rilevo
almeno altre tre fonti di un tipo simile di energia oltre a quelle
delle persone che stiamo cercando.
Picard: Strano. Va bene che sono passati 15 dei loro mesi da quando siamo
capitati qui per caso, ma questa nuova situazione e' davvero insolita.
Comunque continui. Quando avra' contattato la prima persona attraverso
il comunicatore, mi avvisi.
Data: Si signore.

--------------------------------------------------------------------------
Musica introduttiva della serie ST:TNG

Voce di Picard: Space, the final frontier...
These are the voyages of the StarShip Enterprise...
It's continuing mission, to explore strange, new worlds...
To seek out new life and new civilizations...
To boldly go where no one has gone before...

La musica cambia e parte il ritornello di Sailor Stars Song
--------------------------------------------------------------------------
The Bosk XXI Century Productions

proudly presents

A CrossOver StarTrek TNG-SailorMoon SailorStars FanFic

Sailor Trek

Mistero nel quadrante Gamma

Parte I - Ritorno nel passato
--------------------------------------------------------------------------
Sulla Terra, in gelateria.

Usagi: Come vi sembrano i tre del gruppo Three Lights che sono in classe
con noi?
Mako, Rei, Minako e Ami estraggono le tessere dei fan-club: Secondo te?
Usagi: Si', ho capito... Su questo fatto con voi non si puo' discutere.
Sono carini... Ma non mi piace che Seiya continui a chiamarmi
"Odango Atama" [La chiama cosi', "Testolina Buffa", in TUTTA la
serie di Sailor Stars - ndBosk]. Io ho un nome!
Makoto: Ma dai... Non ti sei accorta che sta cercando di abbordarti?
Minako: Mako-chan! ma ti sembrano discorsi da fare? Poi proprio ora
che Mamoru e' appena partito per l'America...
Ami: Scusate ragazze... Ho un impegno a casa... Ci vediamo domani a scuola.
Usagi: Ciao Ami-chan, a domani!

--------------------------------------------------------------------------
Ami arriva a casa e entra in camera sua. In camera, in un quadretto e'
appesa l'onoreficenza, la Scientific Legion of Honour, che il Capitano
Picard le aveva assegnato piu' di un anno prima, per essere riuscita a
ricostruire la memoria di Data.
Ad un certo punto, nel silenzio della stanza, si sente una voce:

Voce di Data:++ Data a Ami, mi sente?
Ami: Chi e'? Data? Ma... non puo' essere!

Ami si gira e rivolge lo sguardo verso l'onoreficenza, ricordando quanto
e' successo tempo prima.

Voce di Data:++ Data a Ami, mi sente?

Ami realizza che la voce arriva dalla onoreficenza e risponde.

Ami: Signor Data? E' lei?
Voce di Data:++ Finalmente! E' tutto il giorno che sto cercando di mettermi
in contatto con lei. Io e il Capitano Picard possiamo venire a parlarle?
Ami: Sono sola in casa, venite pure.

Dopo due minuti Picard e Data si materializzano nella stanza di Ami.

Picard: Innanzitutto, mi scuso per il modo in cui siamo tornati, senza
preavviso. Avremmo bisogno di voi per un problema che si e' creato
in un sistema remoto, e, a quanto pare, i nostri mezzi non sono
sufficienti.
Ami: Non saprei. Dovrei sentire le altre.
Picard: E' in grado di contattarle?
Ami: Si'. Certo.
Data: Un momento, Ami. Ho notato che le vostre emissioni di energia
quando non siete sailor senshi, sono aumentate. E' normale?
Ami: Ultimamente abbiamo avuto un incremento nel nostro potere e c'e'
una novita': Sailor Saturn, la guerriera che ha effettuato l'attacco
che vi ha portato qui l'ultima volta e' tornata.
Data: Ma oltre alle vostre nove fonti di energia ne abbiamo rilevate altre
tre, non esattamente uguali alle vostre, in citta'.
Ami: Dovrebbero essere le Sailor Starlight, ma non sappiamo chi siano ne'
come contattarle. Chiamo le altre.
(Attivando l'orologio-comunicatore): Chiamata per tutte! Ragazze mi
sentite? Usagi? Setsuna?
Usagi:++ Si' Ami
Setsuna:++ Dimmi
Ami: Vi ricordate un annetto fa quelle persone che abbiamo aiutato nello
spazio? Sono qui davanti a me. Vorrebbero parlare a tutte insieme.
Usagi e Setsuna:++ Arriviamo
Data: Signorine, non muovetevi. Vi portiamo qui direttamente.
(Premendo sulla spilla-comunicatore) Data a Enterprise, canale
riservato con il signor Worf.
Worf:++ Si signore.
Data: Agganci le altre otto fonti di energia Sailor conosciute e le
teletrasporti qui.
Worf:++ Ricevuto.

Dopo pochi secondi si materializzano le inner senshi e le outer senshi
assieme a Hotaru nelle loro identita' normali.

Usagi: Che sorpresa! Salve capitano Picard! Ne e' passato di tempo...
Come sta?
Picard: Bene grazie... Ma non vedo Chibiusa. E chi e' questa signorina?
Usagi: Chibiusa e' appena tornata nel futuro, da dove arrivava. Le presento
Hotaru Tomoe, alias Sailor Saturn.
Picard: E' un piacere conoscerla, signorina. Le sue compagne mi hanno
raccontato diverse cose su di lei.
Hotaru: Il piacere e' mio.
Picard: Torniamo a noi.
Quanto sto per dirvi e' coperto da segreto.
Nel sistema Bajor e' presente un wormhole permanente che
ci permette di raggiungere in breve tempo il quadrante gamma della
galassia. Una nostra astronave e' andata in esplorazione ma non e'
piu' tornata. O meglio... e' arrivata una sonda con tracce del
diario del capitano, ma incomprensibili.
Makoto: Wormhole? Il quadrante gamma?
Minako: E cosa sarebbero?
Data: Convenzionalmente abbiamo diviso la galassia in quattro parti. Quella
dove c'e' la Terra e' il quadrante alfa. Gli altri sono beta, gamma
e delta. Per raggiungere il quadrante gamma con un'astronave come
l'Enterprise, occorrerebbero 70 anni di viaggio a velocita' massima.
Ma con la scoperta del wormhole, questo viaggio si riduce a
pochi minuti. Il wormhole praticamente e' un passaggio che ci permette
di percorrere questa enorme distanza.
Rei: Ho capito. E vorrebbe che venissimo con lei nel quadrante gamma per
risolvere il mistero della vostra astronave dispersa.
Picard: A lei non si puo' nascondere nulla, vero ? E' esattamente quello
che stavo per chiedervi. Siete disposte a venire con noi?
Usagi: Minna [Tutte - Parafrasando si puo' tradurre con "Ragazze" ndBosk] ?

Le ragazze si guardano negli occhi, facendo un cenno di assenso ciascuna
con la testa. Alla fine riprende la parola Usagi.

Usagi: Capitano, puo' contare su di noi.
Picard: Me l'aspettavo da voi una risposta positiva... Ho gia' fatto
preparare i vostri alloggi con tutto il necessario.
(Premendo il comunicatore): Picard a Enterprise, canale riservato
con signor Worf.
Worf:++ Si signore.
Picard: Teletrasporto multiplo. Undici da portare su. Ci faccia arrivare
direttamente nel mio alloggio.
Worf:++ Si signore. Energia.

Un fascio di energia preleva le ragazze, Picard e Data e li teletrasporta
nell'alloggio di Picard.

--------------------------------------------------------------------------
Usagi: Eccoci qui, di nuovo in ballo.
Picard: Data, vada in plancia a preparare il rientro nella nostra linea
spazio-temporale. Poi rotta per il sistema Bajor.
Data: Si signore.

Data esce dall'alloggio di Picard e va in plancia.

Picard: Non riesco a darvi del lei quando siamo in privato. Avete obiezioni
se ci diamo del tu?
Usagi: Per me, nessun problema. Voi?

Nel silenzio, tutte annuiscono.

Picard: Bene. Ami, ti ho gia' assegnato un'autorizzazione di accesso al
computer della nave, basato sulla impronta della retina del tuo occhio
destro che abbiamo ricavato grazie alle registrazioni che avevamo
fatto l'altra volta.
Tutte le informazioni che ti servono sono a tua disposizione, ma
ti ricordo che sono coperte da un livello di sicurezza SECLAR-8.
Non devi far parola con nessuno di questi dati ad esclusione degli
ufficiali che conoscono la vostra vera identita'.
Ami: Grazie signore, vedro' di non deluderla.
Picard: Signorine, escludendo Hotaru, visita imprevista, ma piacevole,
siete ovviamente sotto falsa identita'.
Stavolta siete guardiamarina nella fase finale dell'addestramento.
Solo gli ufficiali superiori sanno chi siete veramente.
Per ogni problema, contattateci. Hotaru...
Setsuna: Hotaru la faremo figurare come mia sorella minore.
Picard: Si', puo' andare bene questa soluzione, Ensign Meioo :)
Usagi: Ensign Meioo... Suona bene! ^_^
Picard: Signorine, potete andare. I vostri alloggi sono quelli della
volta scorsa, ma credo che tu, Usagi, dovrai scambiare alloggio
con Setsuna, visto che avevo previsto l'arrivo di Chibiusa e non
quello di Hotaru.
Usagi: Nessun problema...
Setsuna: Va bene, signore.
Picard: Ve la ricordate la strada? Se vi perdete, premete
sui pannelli sulle pareti dei corridoi e chiedete al computer.
Negli alloggi troverete le divise complete.
Il viaggio per il sistema Bajor durera' circa 3 giorni.
Partiremo fra tre ore.
Potete andare.

Le ragazze escono dall'alloggio di Picard e si dirigono ognuna nel
proprio alloggio.

--------------------------------------------------------------------------
Mezz'oretta dopo, nell'alloggio di Usagi...


[Non so come rendere il suono del campanello dell'alloggio - ndBosk]

Usagi: Chi e'?
Ami:++ Ensign Mitzuno Ami!
Usagi: Avanti!

Le porte si aprono e Ami entra nella stanza, nella divisa giallo-ocra
della sezione tecnica.

Ami: Come va?
Usagi: Mah.. non saprei... Sono indecisa... Metto l'uniforme con la
minigonna o con in pantaloni?

Ami finisce gambe all'aria.

Ami: Ehm... Comunque sono venuta per un'altra cosa: Data mi ha accennato
che aveva localizzato le Sailor Starlights, come quando ci avevano
localizzato la prima volta. Visto che siamo ancora in orbita sulla
Terra nella nostra linea spazio-temporale...
Usagi: ... vorresti sapere chi sono e farle venire con noi?
Ami: Diciamo di si'.
Usagi : Vediamo se il capitano e' d'accordo.
(premendo il comunicatore): Tsukino a Capitano Picard.
Picard:++ Dica.
Usagi: Signore, l'ensign Mitzuno avrebbe una richiesta da farle, pero'
prima che lasciamo l'orbita terrestre... E in maniera riservata.
Picard:++ Tsukino e Mitzuno, raggiungetemi in plancia.
Usagi: Si signore. Tsukino, chiudo.
Ami, andiamo.

Usagi si infila velocemente la divisa con la minigonna, infilandosi in
tasca l'inseparabile Moon Article e esce dal suo alloggio con Ami.

--------------------------------------------------------------------------
Usagi e Ami vanno in plancia e assieme a Picard vanno nel suo ufficio.

Picard: Che volevate dirmi?
Ami: Data aveva accennato al fatto che aveva individuato le Sailor
Starlights. Potrebbero venirci utili anche loro. Finora
ci hanno sempre aiutato.
Picard: Si, ma voi conoscete le loro identita'?
Usagi: Finora le abbiamo conosciute solo come senshi. Potrebbe essere
l'occasione per sapere veramente chi sono.
Picard: Picard a Data. Puo' raggiungermi nel mio ufficio?

Dopo pochi secondi Data entra nell'ufficio di Picard.

Picard: Data, e' possibile trasportare qui le altre tre sorgenti di energia
Sailor che ha identificato?
Data: Certamente, signore.
Picard: Bene, le porti direttamente qui, nel mio ufficio. Faccia venire
anche due membri della sicurezza.
Data: Si signore, vado.

--------------------------------------------------------------------------
Data esce dall'ufficio. Picard, Usagi e Ami si nascondono nella camera
attigua all'ufficio. Due addetti alla sicurezza si mettono a guardia della
porta che da' sulla plancia comando.
Dopo un minuto di attesa, Seiya Taiki e Yaten si materializzano nell'ufficio.

Usagi sbirciando dalla porta: Seiya??? Non puo' essere!
Picard: Usagi, ma non dovrebbero essere tre ragazze?
Usagi: Appunto! Non capisco!

Intanto i tre ragazzi, spaesati, cercano di riordinare le idee...

Seiya: Dove siamo?
Taiki: Non saprei, ma non mi dice nulla di buono!
Yaten (vedendo la Terra dalle finestre di alluminio trasparente): Ma..
siamo su un'astronave.
Guardia1 (puntando il phaser contro di loro): Fermi. Non una mossa.
Seiya: Cosa? FIGHTER STAR POWER... MAKE UP!
Taiki: MAKER STAR POWER... MAKE UP!
Yaten: HEALER STAR POWER... MAKE UP!

Mentre i tre si trasformano, Usagi, Picard e Ami escono dalla stanza
dell'ufficio e assistono alle trasformazioni.

Usagi: Ma... non e' possibile!
SailorStarFighter: STAAAR... SERIOUS...
Usagi: NO! SEIYA! FERMO!

Fermato dalla voce di Usagi, SSFighter interrompe l'attacco e si gira,
vedendo Usagi, Ami e Picard.

SSFighter: Usagi?! Ma che ci fai qui? E con quello strano vestito.
Ami?! Ma... che succede? Chi e' questo signore? Dove siamo?
Usagi: Seiya, dimmi che sto facendo un brutto sogno! Tu sei SSFighter???
SSFighter: A quanto pare lo hai scoperto, Odango.
SD Usagi: IL MIO NOME E' USAGIIIII!
Picard: Usagi, prima di proseguire con il vostro dialogo, credo che sia
arrivato il momento che voi riveliate loro le vostre vere identita'.
SSHealer: Cioe'?
Usagi: Capitano, credo che lei abbia ragione... Seiya, stai attento!

Ami impugna il Crystal hensin stik, mentre Usagi estrae l'Eternal
Moon Article, lo apre e sfiora con le dita il cristallo a forma di
stella presente al suo interno.

Usagi: MOON ETERNAL... MAKE UP!
Ami: MERCURY CRYSTAL POWER... MAKE UP!
SSMaker: Cosa? Non e' possibile!

Usagi si trasforma in Eternal Sailor Moon e Ami in SuperSailorMercury.
Le Sailor Starlights assistono stupefatte alle trasformazioni.

EternalSailorMoon: Gia', Seiya. Io sono SailorMoon. Ami invece e'
SailorMercury. Comunque faccio le presentazioni.
Questo e' il capitano Picard, e in questo momento ci troviamo
sull'astronave Enterprise della Federazione dei pianeti del XXIV
secolo di un'altra linea spazio-temporale.
Picard: Signori... o signore? Va beh... Stiamo per partire verso un
sistema nel quadrante gamma, dall'altra parte della galassia e
abbiamo chiesto l'aiuto delle Sailor Senshi.
Siete disposti a unirvi alle altre e a venire con noi?
SSFighter: Taiki, Yaten... Voi che dite?

Un cenno di assenso dalle altre due senshi sancisce l'accordo.

SSFighter: Ok, Capitano, andiamo.
Picard: Ehm... Forse e' meglio sciogliere le trasformazioni e pensare
ad un abbigliamento piu' consono... non trovate?
SSFighter: Ehm... Credo che lei abbia ragione...

--------------------------------------------------------------------------
Poco dopo, nell'alloggio di Usagi, si ritrovano tutte le ragazze e i
tre ragazzi chiamati da Usagi stessa.

Usagi prende la parola: Allora, da che parte cominciamo?
Seiya: Tagliamo corto. Ci conosciamo tutti, ma non ci conoscete come
Sailor senshi, a parte te e Ami, Odango.
SD Usagi: GRRRRRR! NON MI CHIAMO ODANGO!!!!
Michiru: Sailor senshi?
Minako (ridendo): Siete sicuri di sentirvi bene?
Seiya: Io sono SSFighter, Taiki e' SSMaker e Yaten e' SSHealer.
Haruka: Come sarebbe? Ma non sono tre ragazze quelle?
Taiki: Quando ci trasformiamo siamo ragazze, ma la nostra vera identita'
e' questa.
Usagi: Haruka-san, se me l'avessero detto, non ci avrei creduto... ma li ho
visti trasformarsi nell'ufficio del capitano.
Setsuna: Va bene, ma chi siete in realta'? Cosa volete?
Yaten: Niente domande di questo tipo, per ora. Siamo in ballo su questa
astronave e abbiamo acconsentito ad aiutarvi. Ma niente di piu'.

Setsuna vorrebbe replicare, ma suona la sirena dell'allarme.

Ami: Credo che stiamo per tornare nella loro linea spazio-temporale.

Dal comunicatore si sente la voce di Data.

Voce di Data:++ Sistemi in allarme rosso! Scudi attivati! Energia di riserva
agli scudi attivata. Deflettore di prua, inizializzare il flusso
takionico per il balzo inter-dimensionale. Velocita' warp 9.1.
Rotta 3-1-2 punto 0-7-1. Pronti al balzo.
Voce di Picard:++ Balzo inter-dimensionale! Engage!

L'Enterprise attiva le gondole a curvatura e si immette nel flusso
takionico generato dal deflettore di navigazione. In pochi minuti
il viaggio finisce e l'Enterprise si trova nell'orbita terrestre
del XXIV secolo della linea spazio-tempo di Picard.

Ami: Siamo arrivati. Io vado nel mio alloggio a studiare sul computer
i dati di quel diario.

Ami esce dall'alloggio di Usagi, mentre l'Enterprise parte per il suo
viaggio verso il sistema Bajor.

Usagi: Non so voi, ma tutto questo movimento mi ha messo appetito...
dunque... vediamo se mi ricordo ancora come si fa...
(Avvicinandosi al replicatore): Computer!
Gelato al cioccolato, contornato da mousse di cioccolato e
con palline di cioccolato fondente!
Makoto (sweat): Sempre la solita...
Usagi (prendendo la coppa dal replicatore): Le ricette migliori vanno
ri-assaggiate ^_^.
--------------------------------------------------------------------------

Intanto nel suo ufficio, Picard prende visione di quello che e' rimasto
del diario dell'astronave scomparsa per l'ennesima volta.
Picard ha un pensiero preoccupato: Speriamo di riuscire a decifrarlo
in fretta. Ho come l'impressione che stavolta ci sia in gioco
l'esistenza dell'intera galassia e non solo del quadrante gamma.

L'immagine si sposta all'esterno dell'astronave, che sta viaggando a
velocita' warp verso il sistema Bajor...

--------------------------------------------------------------------------
Fine della I parte
--------------------------------------------------------------------------

ImmaginePartecipa anche tu al SETI @ HOME nel gruppo di StarTrekItalia

Avatar utente
trekfan1
Ammiraglio di Flotta
Ammiraglio di Flotta
Messaggi: 6362
Iscritto il: 5 ott 2002, 17:04
Località: Italy
Contatta:

Messaggio da trekfan1 » 2 ott 2009, 21:36

Episodio 2 - Mistero nel quadrante gamma
Parte 2 - Il quadrante gamma
by Bosk
I nomi dei personaggi sono quelli della versione originale
Questa fanfiction ha avuto due nominations per gli Oscar di IAC

--------------------------------------------------------------------------
[Nota: Comunicazioni via radio/comunicatori in arrivo nell'ambiente
corrente saranno marcate con :++ dopo il nome dell'interlocutore]
--------------------------------------------------------------------------
Nella prima parte...

Data stellare 48312.3. Il capitano Picard ha avuto l'autorizzazione a
richiedere l'aiuto delle Sailor Senshi per risolvere un mistero nel
quadrante Gamma.

L'Enterprise raggiunge la linea spazio-temporale delle sailor senshi e
le contatta grazie ad un comunicatore lasciato nell'onorificenza
consegnata da Picard a Ami alla fine del primo incontro fra le
senshi e l'Enterprise (vedi FF: Sailor Trek - The time hole).

Le planetar senshi accettano di collaborare con Picard. Ami e Usagi
chiedono che anche le StarLight senshi intervengano nella missione
e si scoprono le varie identita' segrete.

... e ora, andiamo a continuare!
--------------------------------------------------------------------------
Voce di Picard: Diario personale del capitano. Data Stellare 48316.1.
Abbiamo ritrovato con successo le guerriere Sailor nella loro
linea spazio-tempo. SailorChibimoon e' tornata al suo tempo futuro,
mentre e' ricomparsa SailorSaturn. La freddezza di questa ragazza mi
intimorisce un po', ricordando quello che mi e' stato raccontato
nel precedente incontro dalle sue altre compagne.
Alle nove senshi, si sono aggregate altre tre guerriere,
note con il nome di Sailor Starlights.
Ami Mitzuno, ovvero Sailor Mercury, sta cercando di elaborare i
dati pervenuti dalla sonda recuperata dal tunnel spaziale.
Le altre ragazze si sono ambientate abbastanza facilmente sulla nave.
--------------------------------------------------------------------------
Musica introduttiva della serie ST:TNG

Voce di Picard: Space, the final frontier...
These are the voyages of the StarShip Enterprise...
It's continuing mission, to explore strange, new worlds...
To seek out new life and new civilizations...
To boldly go where no one has gone before...

La musica cambia e parte il ritornello di Sailor Stars Song
--------------------------------------------------------------------------
The Bosk XXI Century Productions

proudly presents

A CrossOver StarTrek TNG-SailorMoon SailorStars FanFic

Sailor Trek

Mistero nel quadrante Gamma

Parte ][ - Il quadrante Gamma
--------------------------------------------------------------------------
Voce di Picard: Diario personale del capitano. Supplemento.
E' incredibile la forza di volonta' di Ami. Non si e' ancora
staccata dalla console del computer da quando siamo partiti. E siamo
ormai a 18 ore dall'uscita dell'orbita terrestre.
--------------------------------------------------------------------------
Ami sta studiando alla console del computer del suo alloggio i dati
della sonda della nave scomparsa, aiutandosi con il computer portatile
per riuscire a ricostruire qualche frammento del diario di bordo.



Ami: Chi e'?
LaForge:++ Geordi LaForge.
Ami: Avanti!

Le porte dell'alloggio di Ami si aprono e entra LaForge.

Ami: LaForge, come stai ?
LaForge: Non c'e' male, grazie. Come va con quel diario?
Ami: E' complicato... Mancano delle sequenze complete. Sono riuscita
a restaurare solo pochi frammenti, ma non dicono ancora nulla.
LaForge: Magari se ti facessi aiutare da Data potresti ricavare qualcosa?
Ami (Stiracchiandosi): Puo' darsi. Sono ore che analizzo questi dati...
Credo che per stasera non riuscirei a fare di meglio.
LaForge: Stasera? Ami, credo che tu sia stata alzata tutta la notte e non
te ne sia accorta! Sono le 0800! Sono gli scherzi che capitano a chi
non e' abituato ai viaggi stellari.
Ami: Le otto??? Ma allora sono stata su questi dati per tutta la notte?
(Togliendosi gli occhiali) Credo proprio che faro' una pausa.
(Avvicinandosi al replicatore): Caffe' nero, ciambelle e succo
d'arancia.

--------------------------------------------------------------------------
Le ore trascorrono tranquillamente per le altre ragazze e i Three Lights.

Makoto ha trovato stupendo il programma di allenamento di Worf sul ponte
ologrammi e ne ha approfittato per sgranchirsi un po', al livello-base.
Usagi e Minako hanno passato il tempo a girare per l'astronave, per
poi finire al bar di prora a vedere il via-vai del personale e lo
spettacolo del viaggio dalle finestre di prua.
Rei ha programmato il ponte ologrammi per ricreare parte del suo tempio
e si e' messa di fronte al fuoco (ologramma) a meditare.
Setsuna ne ha approfittato per fare da insegnante ad Hotaru, mentre
Haruka e Michiru si sono preparate per dare un concerto la sera del
secondo giorno assieme ai Three Lights, cercando nello stesso tempo di
capire chi siano i tre.

Al terzo giorno di viaggio...

Picard: Picard agli ensign in addestramento.
Usagi: Si signore?
Picard: Volete raggiungermi in sala tattica?
Usagi: Arriviamo, signore.

--------------------------------------------------------------------------
In sala tattica sono presenti gli ufficiali a conoscenza dell'identita'
delle senshi e i dodici componenti del gruppo Sailor.

Picard: Bene. Ami, sei riuscita a ricavare qualcosa?
Ami (Con delle occhiaie spaventose): Qualcosa sono riuscita ad ottenere,
anche grazie all'aiuto di Data.
Data: E' stato complicato, signore, ma siamo riusciti a ricostruire circa
un minuto del diario di bordo.
Picard: Vediamo.
Data: Computer Trasmettere registrazione file Data-Mitsuno-01.
Autorizzazione vocale: Data Alpha Sera-Suta.
Computer: Ricevuto.

Sullo schermo della sala tattica appare, molto disturbata, l'immagine del
capitano dell'astronave scomparsa.

Voce: Dia *crakle* apitano data st *fzzz* 6.9. Non riusci *sfff* pire che
cosa stia succe *zzz* nave. Uno stra *fzzz* orza ci ha cattu *crakle*
e sembra che sti *fzzz* bendo l'energia vi *crakle* paggio.
[Le frasi sono inframmezzate da immagini disturbate, prese
dall'esterno della nave]
Ho dato ordine che il *crakle* bordo sia copiato e invia *fzzz*
*crackle* hole con una sonda.

Lo schermo si spegne lasciando il logo della federazione dei pianeti.

Picard: E' tutto?
Data: Gli altri segmenti erano totalmente irrecuperabili. Questo e' stato
l'unico brano decifrabile.
Ami (Sbadigliando): Meglio di cosi', non sono stata in grado di fare. In
tre giorni avro' dormito non piu' di sei ore...
Sono andata avanti a caffe' nero.
Picard: Ami, vai nel tuo alloggio a farti una dormita. Ne hai bisogno.
Dr. Crusher, la accompagni e le dia qualcosa per aiutarla a dormire
se necessario.
Crusher: Si, capitano.

Crusher e Ami escono dalla sala tattica. Le ragazze, i tre ragazzi e
gli altri ufficiali si guardano con sguardi attoniti.

Picard: Bene, signori, questa e' la situazione. Siamo a 35 minuti da
Deep Space 9, la base nei pressi del tunnel spaziale.
Li' faremo una sosta tecnica di 24 ore, poi proseguiremo per il
quadrante gamma. Il Signor Data e' a vostra disposizione fino
all'inizio del turno gamma di sorveglianza per eventuali
chiarimenti. Potete andare.

Gli ufficiali e i/le sailor escono dalla sala tattica.
Poco dopo Usagi incontra il Dr Crusher che sta uscendo dalla porta
dell'alloggio di Ami.

Usagi: Dottore, come sta Ami?
Crusher: Appena si e' messa a letto ha cominciato a dormire profondamente.
Non ho neanche dovuto usare il sedativo che avevo portato con me.
Usagi: Dottore, crede che sia meglio che resti con lei?
Crusher: Se vuoi, fai pure. Ma credo che per almeno una dozzina di ore
Ami dormira' profondamente.

Usagi entra nell'alloggio di Ami e si siede sulla poltrona che sta di
fianco al letto.

--------------------------------------------------------------------------
Dopo una ventina di ore, Ami si sveglia. Quando si gira nel letto, vede
Usagi seduta nella poltrona, addormentata, rannicchiata come se avesse
freddo. Ami prende una coperta dall'armadio e copre Usagi.
Quindi si stiracchia e vede dal pannello del computer che sono le cinque
di notte.

Ami (pensa): Avevo davvero bisogno di una dormita! Chissa' perche' Usagi
e' voluta restare qui...

Poi Ami torna a letto e riprende a dormire. Il sonno pero' stavolta e'
turbato da un incubo.
Ami vede se stessa in una landa deserta, in un paesaggio ostile. Il cielo
e' oscurato da una tempesta, e il vento solleva la sabbia che si infrange
sul suo viso. Nel mezzo della tempesta, Ami intravede una costruzione
in lontananza. Con un grande sforzo cerca di avvicinarsi alla costruzione,
ma nonostante il lungo e faticoso camminare, non riesce ad avvicinarsi.
Ad un certo punto un fulmine squarcia il cielo e colpisce la costruzione,
disintegrandola.
Dalle macerie della costruzione, si forma una specie di mostro di pietra
che avanza verso Ami. Questa si accorge di avere indosso il sailor fuku
di SailorMercury e prova a contrastarlo, ma il suo potere non
e' sufficiente contro questo mostro.
Il mostro arriva a prenderla nel suo pugno e comincia a stringere...

Ami si sveglia di soprassalto, ansimando e mettendosi a sedere.

Usagi: Ben svegliata, Ami... Come va adesso?

Usagi sta preparando il tavolo per fare colazione assieme ad Ami.

Ami: Usagi... ma sei rimasta qui tutta la notte?
Usagi: Eri stanca. Appena il dottore ti ha lasciato, sei crollata a
dormire. Ho deciso di restare qui nel caso tu avessi avuto bisogno
di qualcosa. Sei stata tu a coprirmi?
Ami: Eri rannicchiata sulla poltrona. Sembrava che tu avessi freddo.
Ti ho coperto io.
Usagi: Grazie, Ami. Dai, facciamo colazione.
Ami: Si', vado a rinfrescarmi e arrivo.

--------------------------------------------------------------------------

Durante la sosta tecnica, Ami e' autorizzata a lavorare in plancia,
affiancata da Data, che le sta spiegando il sistema dei sensori della
nave.

Data: ... e questi sono i comandi per la variazione delle frequenze
di funzionamento dei sensori.
Ami: Ho capito. Posso provare a fare delle modifiche allo spettro dei
sensori quindi. Mi metto subito al lavoro. C'era una registrazione
di una strana onda di energia su quel diario che mi ha lasciata
perplessa. Voglio vedere se con una modifica possiamo prevenire
dei danni.
Data: Fai pure, Ami. Io torno alla sezione scientifica. Se hai bisogno di
aiuto o consigli, chiamami.

Dopo la sosta tecnica, l'Enterprise si stacca da Deep Space 9 e si
prepara ad entrare nel tunnel spaziale. Le inner senshi sono
nell'alloggio di Usagi a pranzare.

Picard:++ Picard a Mitzuno.
Ami: Si signore?
Picard:++ Vuole venire in plancia? Stiamo per entrare nel tunnel spaziale.
Quando usciremo dall'altra parte vorrei che lei assistesse Data nelle
analisi.
Ami: Arrivo signore. Mitzuno, chiudo.
Ragazze, scusatemi.
Usagi: Figurati. Vai e fatti onore!
--------------------------------------------------------------------------
Picard: Numero Uno, andiamo!
Riker: Si signore. Data, rotta per il quadrante gamma.
Data: Rotta calcolata ed inserita.
Picard: Engage!
--------------------------------------------------------------------------
L'Enterprise attiva i motori e si allontana da Deep Space 9 dirigendosi
verso il wormhole, immettendocisi.
Ami nel frattempo arriva in plancia.

Ami: Mitzuno in plancia. Prendo posizione alla console scientifica.
Riker: Bene. Stia pronta con i sensori.

Dopo pochi minuti, la nave riemerge nel quadrante gamma.

Picard: Siamo arrivati. Signor Data, situazione?
Data: Nessuna nave nelle vicinanze, nessuna fonte di energia a raggio
di sensori.
Ami: Mi permetto di correggerla. Stando a questa console, a cui ho
apportato le modifiche a cui le ho accennato durante la sosta tecnica,
c'e' una lievissima fluttuazione di energia non classificabile a circa
1 anno-luce da qui, simile a quell'onda registrata sul diario della
nave scomparsa.
Riker: Una fluttuazione?
Ami: Si signore. E' debole, ma forse questa lettura e' dovuta alla distanza
dalla fonte stessa.
Picard: Rotta per la fluttuazione. 1/4 di potenza ad impulso. Scudi alzati.
Data: Si signore.

L'Enterprise si dirige verso la fonte sconosciuta di energia.

Ami: Le emissioni stanno aumentando. Rilevo anche qualcosa sulla nostra
rotta. Sembrerebbe...
Picard: Sullo schermo!
Ami: Subito signore.

Sullo schermo appare l'immagine di un falco da guerra romulano, ridotto
piuttosto male. Manca di una gondola a curvatura e del "muso". Sullo
scafo, diversi squarci e segni di esplosioni causate da una qualche arma
ad energia molto potente.

Picard: O mio Dio...
Riker: Data, analisi!
Data: Nessuna forma di vita a bordo, signore. Non rilevo neanche l'energia
residua del nucleo a curvatura.
Ami: Le emissioni dalla sorgente sono aumentate, sembrerebbe che ci stia
analizzando. Attualmente i loro raggi esplorativi stanno penetrando
i nostri scudi. Vedro' che posso fare.
Picard: Arresto totale! Se ci avviciniamo ancora, rischiamo di finire come
quel falco da guerra, se non peggio.

Picard non fa in tempo a finire la frase: un raggio di energia potentissimo
si infrange sugli scudi.

LaForge: LaForge a plancia: Che e' successo? L'energia degli scudi e'
calata al 55%!
Riker: LaForge! Energia di riserva agli scudi! Allarme rosso!
Worf! Attivare i banchi phaser e i tubi lanciasiluri!
Ami: Il raggio e' arrivato dalla fluttuazione! E' equivalente a...
Signore! Ha sparato con la potenza equivalente di un phaser della
nave... moltiplicato per un fattore all'incirca di 500!
Riker: 500 volte un nostro phaser?
Picard: Prudenza. Un altro colpo e perdiamo gli scudi. Niente azioni
ostili. Se ci vogliono analizzare, facciano pure.
--------------------------------------------------------------------------
Usagi e Minako nel bar di prora sentono l'allarme.

Minako: Credo che ci siamo!
Usagi: Si'!
Tsukino a Mitzuno. Ami, novita?
--------------------------------------------------------------------------
In plancia...

Ami: Capitano...
Picard: Si, ho sentito la chiamata. Faccia venire il suo gruppo in plancia.
Ami: Usagi, venite tutti in plancia.

--------------------------------------------------------------------------

Usagi: Ricevuto. Tzukino, chiudo.
Usiamo i comunicatori da polso.
(Attiva l'orologio-comunicatore): Chiamata per tutte e tutti:
Sono Usagi. Appuntamento in plancia! Chiudo!
Minako-chan, andiamo!

In pochi minuti il sailor team e' in viaggio nel turbolift verso la plancia.

Seiya: Che succede?
Usagi: Non senti l'allarme? Credo che siamo arrivati.
Taiki: Noi siamo pronti.
Setsuna: Anche noi.

Il turbolift si ferma e il sailor team esce in plancia.

Riker: Come intendete procedere?
Ami: Signore, siamo troppo lontani per il teletrasporto, e non sappiamo
che cosa potremmo trovare laggiu'. Consiglio l'invio di una sonda
esplorativa.
Picard: Hmmm... Potrebbe non arrivare neanche a meta' del viaggio
Usagi: E in questo caso che facciamo?
Data: Posso provare a modificare la sonda perche' abbia uno scudo minimale
che le permetta di reggere almeno un attacco.
Picard: Buona idea. Proceda.

Data esce dalla plancia e si dirige verso la sala macchine dove spiega
la situazione a LaForge. Insieme i due iniziamo la modifica della sonda
esplorativa.

Usagi: Ami, c'e' stato qualche segno da quella... cosa a parte il colpo
che ci e' arrivato addosso?
Ami: No, niente... Ha sparato e basta.
Seiya: E provare a rispondere al suo attacco?
Riker: Siamo fuori tiro per i phaser. Forse potremmo provare con un
siluro fotonico.
Picard: Direi di attendere. Se ci dimostriamo ostili potrebbe riprendere
l'attacco e forse stavolta non saremmo in grado di resistere.
Makoto: Ma se la sonda che stiamo per inviare venisse interpretata come
un'azione ostile, saremmo nella stessa situazione.
Setsuna: Capitano, possiamo andare nel suo ufficio? (E fa un cenno come
per dire: forse ho una soluzione)
Picard: Come? Ho capito. Si, andiamo.

--------------------------------------------------------------------------
Nell'ufficio di Picard:

Setsuna fa apparire la Garnet Rod e la mostra al Capitano.

Setsuna: Questa e' la Garnet Rod, la chiave del tempo, di cui sono la
custode, e questa qui sopra in cima e' la Garnet Orb.
Posso provare a vedere quello che si nasconde in quella fluttuazione.
Picard: Ho capito, Setsuna. Provaci.

Setsuna si concentra sulla Garnet Orb. Questa si illumina e al suo interno
si vede un'immagine in lontananza della fluttuazione.
Man mano che l'immagine si avvicina alla sorgente, la Garnet Orb diventa
sempre piu' luminosa, finche' una scarica di energia parte dal talismano
investendo Setsuna che crolla a terra, svenuta. Il talismano si spegne e
torna normale.

Usagi (prendendo Setsuna a terra fra le braccia): Setsuna-san!
Ami (tastandole il polso): E' viva, dev'essere solo svenuta.
Picard: Dr Crusher, emergenza medica nel mio ufficio! Subito!

In pochi minuti il Dr Crusher arriva e analizza Setsuna.

Crusher: Ha subito un forte shock. I suoi livelli sono alterati, devo
portarla in infermeria.
Yaten: La aiuto, dottore.

Yaten prende in braccio Setsuna e tutto il gruppo si dirige in infermeria.

--------------------------------------------------------------------------
In infermeria...

Dr Crusher (iniettando uno stimolatore a Setsuna): Questo dovrebbe farla
rinvenire...

Setsuna riprende gradualmente conoscenza.

Setsuna (riprendendosi, ma ancora confusa): Dimensione... Energia...
Vuoto...
Usagi: Che sta dicendo? (Scuotendo Setsuna): Setsuna-san! Svegliati!
Setsuna (toccandosi la fronte con il dorso della mano): Mamma mia che mal
di testa... Che e' successo? Che ci faccio qui?
Usagi: Meno male, si e' ripresa. Stavi cercando di vedere cos'e' quella
fluttuazione la' fuori con la Garnet Orb e una scarica di energia
ti ha fatto svenire.
Setsuna: Si', ora ricordo. Usagi, dobbiamo intervenire immediatamente.
E' in pericolo l'intero universo. Quel poco che sono riuscita a
vedere era... il vuoto, qualcosa che sta assorbendo completamente
ogni forma di energia che gli capita a tiro. E man mano che ingloba
energia diventa sempre piu' potente.
Picard: Come un buco nero?
Setsuna: Come un buco nero, ma questa cosa... e' viva! L'astronave non
puo' avvicinarsi, a meno di non rischiare di venir distrutta come
quell'altra la' fuori.
Ami: Viva?
Setsuna: Non so come spiegarlo... Assorbe qualsiasi tipo di energia che
gli capita a tiro. La scarica della Garnet Orb e' stata di difesa,
non e' stata casuale.
Usagi: Hmmm...
Minako: Io dico di andare!
Rei: E come? Se proviamo ad avvicinare la nave, rischiamo la vita di
oltre 400 persone!
Haruka: Ho capito cosa vuol dire Minako. Solo noi nove andremo.
Seiya: E noi?
Ami: Noi possiamo teletrasportarci. Voi?
Taiki: E come credi che siamo arrivati sulla Terra?
Seiya: Taiki! Taci!
Usagi: Cosa? Cosa? Cosa????
Seyia: Niente. Vi ho gia' detto che di questo argomento non ne voglio
parlare. Non e' ancora il momento! Noi siamo in grado di seguirvi
separatamente comunque.
Picard: Vi do' carta bianca. Quando sarete trasformate, tenete i
comunicatori attivi. Data registrera' tutta l'operazione.
Ami: Si'. Portero' con me anche questo tricorder che ho gia' provveduto
ad interfacciare con il mio sistema portatile.
Picard: Ami, non finisci mai di stupirmi!

[Musica di sottofondo: Sailor Team No Theme]

Usagi: Direi che possiamo andare.
Minna! Hensin yo! [Ragazze, trasformiamoci! - ndBosk]
Planetar & Starlight: Ai!

Usagi: MOON ETERNAL... MAKE UP!

Ami: MERCURY CRYSTAL POWER... MAKE UP!
Minako: VENUS CRYSTAL POWER... MAKE UP!
Rei: MARS CRYSTAL POWER... MAKE UP!
Makoto: JUPITER CRYSTAL POWER... MAKE UP!

Hotaru: SATURN PLANET POWER... MAKE UP!
[MAI apparso in 200 episodi, ndBosk]
Haruka: URANUS PLANET POWER... MAKE UP!
Michiru: NEPTUNE PLANET POWER... MAKE UP!
Setsuna: PLUTO PLANET POWER... MAKE UP!

Seiya: FIGHTER STAR POWER... MAKE UP!
Taiki: MAKER STAR POWER... MAKE UP!
Yaten: HEALER STAR POWER... MAKE UP!

S.Mercury: Ragazze, attivate i comunicatori. Il mio tricorder e' attivo.
(Attiva il visore) Sailor computer portatile attivato.
La sfera di energia del teletrasporto dovrebbe proteggerci finche'
non raggiungeremo il centro della fluttuazione. SSFighter, SSMaker,
SSHealer: veniteci dietro, ma restate coperti dal nostro cono d'ombra.
Sailor Senshi: Siamo pronte!
Planetar Senshi (prendendosi per mano): SAILOR... TELEPORT!
Sailor Starlights: Andiamo!

Le 12 senshi svaniscono dall'infermeria ed iniziano il loro viaggio nello
spazio per raggiungere la fluttuazione.
Picard esce dall'infermeria e si avvicina ad una finestra di alluminio
trasparente. Da questa riesce a scorgere le tre tracce lasciate dalle
Starlights e la sfera di energia delle Planetar senshi. Sullo sfondo
l'universo infinito.
Si vede Picard nel riflesso della finestra che pensa fra
se': In bocca al lupo, Sailor senshi.
--------------------------------------------------------------------------
Fine della II parte
--------------------------------------------------------------------------

ImmaginePartecipa anche tu al SETI @ HOME nel gruppo di StarTrekItalia

Avatar utente
trekfan1
Ammiraglio di Flotta
Ammiraglio di Flotta
Messaggi: 6362
Iscritto il: 5 ott 2002, 17:04
Località: Italy
Contatta:

Messaggio da trekfan1 » 2 ott 2009, 21:37

Episodio 2 - Mistero nel quadrante gamma
Parte 3 - Il contatto
by Bosk
I nomi dei personaggi sono quelli della versione originale
Questa fanfiction ha avuto due nominations per gli Oscar di IAC

--------------------------------------------------------------------------
[Nota: Comunicazioni via radio/comunicatori in arrivo nell'ambiente
corrente saranno marcate con :++ dopo il nome dell'interlocutore]
--------------------------------------------------------------------------
Nelle prime parti...

Data stellare 48312.3. Il capitano Picard ha avuto l'autorizzazione a
richiedere l'aiuto delle Sailor Senshi per risolvere un mistero nel
quadrante Gamma.

Ami e' riuscita a ricostruire parte di un diaro di bordo di una nave
della Federazione e da un frammento del diario ha intuito un pericolo.
Modificando i sensori dell'Enterprise ha localizzato una misteriosa
fonte di energia.

Setsuna, nel tentativo di vedere con la Garnet Orb cosa si nascondeva
nella fonte, viene investita da una scarica di energia.

Le 12 senshi decidono di teletrasportarsi nella fonte di energia per
indagare.

... e ora, andiamo a continuare!
--------------------------------------------------------------------------
Voce di Picard: Diario personale del capitano. Data Stellare 48321.1.
Le Sailor senshi hanno lasciato l'Enterprise alla volta della
fluttuazione. Nonostante abbiano dimostrato di avere doti molto
inconsuete, credo che la loro missione sara' molto difficile.
Ho detto al signor Data di lasciare al signor LaForge il progetto
della sonda con lo scudo di protezione e di concentrarsi sulle
registrazioni che arriveranno dalle Sailor senshi.

Data: Signore, il computer di S.Mercury e' molto piu' evoluto di quanto
mi potessi aspettare.
Picard: Perche'?
Data: E' molto semplice dall'aspetto, ma ha una potenza di calcolo pari
ad un nostro computer del XXIII secolo. Vorrei poterlo analizzare
quando torneranno dalla missione.
Picard: Data, credo che questa sua richiesta non potra' venire esaudita.
Fa parte dei loro segreti, come l'origine del loro potere.
--------------------------------------------------------------------------
Musica introduttiva della serie ST:TNG

Voce di Picard: Space, the final frontier...
These are the voyages of the StarShip Enterprise...
It's continuing mission, to explore strange, new worlds...
To seek out new life and new civilizations...
To boldly go where no one has gone before...

La musica cambia e parte il ritornello di Sailor Stars Song
--------------------------------------------------------------------------
The Bosk XXI Century Productions

proudly presents

A CrossOver StarTrek TNG-SailorMoon SailorStars FanFic

Sailor Trek

Mistero nel quadrante Gamma

Parte ]I[ - Il contatto
--------------------------------------------------------------------------
In plancia, Data ha appena iniziato le registrazioni dei dati in arrivo
dal tricorder di Sailor Mercury, quando un lampo di luce appare in plancia.

Q: Mon capitan... Ca va?
Picard: Q! Sei arrivato nel momento meno opportuno!
Q: Perche'? Che succede?
Picard: Mi sembra strano che tu non lo sappia... Cos'e' quella ... cosa
la' fuori ?
Q: Quale? Quella che vi ha attaccato? Jean-Luc, devi credermi: non lo so
proprio! Ma chi erano quelle 12 ragazze che se ne sono andate laggiu'?
Una mi pare di conoscerla...
Picard: Ne conosci una?
Q: Assomiglia alla guardiana della porta del tempo, ma forse mi sbaglio.
Picard: Per caso la guardiana della porta del tempo che conosci si chiama
Sailor Pluto?
Q: Si'. Una gran bell... [Stupore] In quel gruppo c'e' Sailor Pluto? E
come diavolo c'e' arrivata fin qui?
Picard: Col teletrasporto!
Q: Ah, ho capi... [Stupore^2] Col teletrasporto?!??!?
Picard: Adesso non ho tempo per le spiegazioni. Abbiamo da fare!
Q: Ho capito. Al solito non sono gradito...

... e Q svanisce in un lampo di luce, cosi' come e' arrivato.

Picard: Anche Q! Ci mancava solo lui! Signori, preparatevi. Prevedo
un turno extra per tutti!
Passiamo a condizione gialla, ma teniamo le armi cariche.
Riker: Si signore. A tutto l'equipaggio: allarme giallo. Turno beta di
sorveglianza prolungato fino a nuovo ordine.
--------------------------------------------------------------------------
Mentre la sfera di energia Sailor si avvicina alla fluttuazione...

ESMoon: Ami, che dice il visore? Ormai siamo quasi arrivate
SMercury: Per ora i livelli sono rimasti inalterati rispetto a prima...
Sembrerebbe che l'avvicinarsi dell'astronave lo abbia come allertato,
ma il nostro avvicinamento no.
Picard:++ SMercury, provo ad allontanare l'Enterprise ?
SMercury: Potrebbe essere un'idea!
Picard:++ Provvedo
--------------------------------------------------------------------------
Plancia

Picard: Numero Uno, allontaniamoci. Motori indietro, 1/8 di impulso.
Riker: Si signore. Navigatore. Motori indietro. 1/8 di impulso.

L'Enterprise si allontana lentamente dalla fluttuazione
--------------------------------------------------------------------------

SMercury: Le emissioni stanno diminuendo!
Data:++ Ho visto, SMercury. Strano comportamento.
Picard:++ Arresto totale quando saremo in zona di sicurezza.
Data:++ Si signore
ESMoon: SSFighter, come va? Tutto a posto?
SSFighter:++ Si, per ora nessun problema
SMercury: Stiamo entrando. Pronte?
SailorSenshi: Si'!

--------------------------------------------------------------------------

Data: Stanno per entrare in contatto con la fluttuazione. Le trasmissioni
incominciano ad essere disturbate
Picard: Cerchi di potenziare al massimo l'amplificazione della ricezione
Data: Si signore
SMercury:++ st*crackle*mo ent*fsst*do. Pron*crrrr*
Data: SMercury, stiamo perdendo il segnale!
--------------------------------------------------------------------------

Data:++ SM*ffst*ry, stia*crakle*endo il seg*fssst*
SMercury: Puo' ripetere Data?
SJupiter: Che succede?
SMercury: Potrebbe essere la fluttuazione che sta disturbando il segnale
SMars: Ormai ci siamo... Dentro!

Le 12 senshi si infilano al centro della fluttuazione mentre sull'Enterprise
i segnali dai comunicatori e dal tricorder svaniscono.

Data: Ho perso il contatto!
Picard: Accidenti. Non possiamo far altro che aspettare allora.

--------------------------------------------------------------------------
Le senshi sono entrate al centro della fluttuazione, dove trovano una
specie di planetoide in cui e' presente atmosfera respirabile.

ESMoon: Atterriamo!

Le senshi atterrano su un altopiano dal quale si scorge tutto attorno
un'immensa landa desertica, inframmezzata qua e la' da diverse collinette
rocciose.

SMercury: Abbiamo perso il segnale dell'Enterprise!
SVenus: Allora siamo sole!
SSFighter: Fin qui sembrerebbe tutto tranquillo... Che dice il tuo
computer?
SMercury: Dunque... Nessun segno di vita ne' di tecnologia a portata
dei miei strumenti. Come facciamo?
SUranus: Direi di dividerci in gruppi di tre. Restiamo in contatto e
andiamo nelle quattro direzioni cardinali rispetto a questo punto.
Appena un gruppo trova qualcosa, avvisa gli altri.
ESMoon: Ok. Allora io, Uranus e Mercury facciamo un gruppo; Mars, Neptune
e Fighter il secondo; Venus, Saturn e Maker il terzo; Jupiter, Pluto
e Healer il quarto. Vi va bene?
SPluto: Basta che ci muoviamo! Andiamo!
SSaturn: Si', va bene.

Le ragazze si dividono ed iniziano la loro ricerca.
--------------------------------------------------------------------------
Le senshi si stanno inoltrando per la landa desolata. Una fioca luce
riesce a malapena ad oltrepassare la fitta coltre di nubi che copre
quello che si potrebbe definire il cielo del planetoide e rende
il paesaggio ancor piu' irreale.
--------------------------------------------------------------------------
Dopo diversi chilometri percorsi su un fondo sabbioso, dove ad ogni
passo gli stivaletti delle ragazze si immergono nella sabbia fino alla
caviglia, il gruppo di ESMoon arriva nei pressi di un'alta duna.

ESMoon: Fermiamoci un attimo... Io non ce la faccio piu'!
SMercury: Va bene... Solo 5 minuti pero'
SUranus: Io faccio un giro per vedere se c'e' qualcosa dietro quella
duna. Torno subito.
SMercury: Stai attenta. Il tricorder non segnala niente, ma non si
sa mai.
SUranus: Vado e torno ^_-

SUranus si inerpica faticosamente lungo il costone della duna,
raggiungendone la cresta. Oltre la duna, ancora deserto sabbioso.
Il vento inizia ad alzarsi e le scompiglia i corti capelli.

SUranus (urlando): Qui non c'e' nient'altro che deserto!
SMercury (urlando): Arriviamo!
(A ESMoon): Su, Usagi, e' ora di riprendere il cammino!
ESMoon: Si'! (rialzandosi a fatica) Andiamo.

ESMoon e SMercury raggiungono faticosamente SUranus e vedono oltre la
duna la continuazione della distesa sabbiosa.

SMercury: Proseguiamo!

Dopo aver doppiato la cresta della duna, le ragazze cercano a malapena
di mantenere l'equilibrio nella discesa seguente. Improvvisamente sul
visore di SMercury appare un segnale.

SMercury: C'e' qualcosa!
ESMoon: Dove?
SMercury: E' un segnale molto debole. Non riesco ancora ad identificarlo,
ma e' proprio davanti a noi.
SUranus: Andiamo!
ESMoon: Non avvisiamo le altre?
SUranus: Giusto!
(Premendo sul comunicatore) Uranus a Neptune! Michiru mi senti?

Dal comunicatore non arriva nessuna risposta.

SUranus: (Ripremendo nervosamente sul comunicatore): Pluto! Saturn!
Sailor Senshi! Qualcuna mi sente?

Il comunicatore rimane nel silenzio piu' assoluto.

SMercury: Forse la morfologia del terreno impedisce il contatto.
SUranus: Forse ho trovato il modo...
WORLD... SHAKING!

Il ki di energia si innalza verso il cielo, a mo' di razzo di
segnalazione per le altre.

SUranus: Spero che lo possano vedere in qualche modo...
SMercury: Intanto proseguiamo!
ESMoon: ATTENTE!

Il ki viene inspiegabilmente rispedito al mittente dopo aver raggiunto
la coltre di nubi. Le ragazze riescono a scansarsi appena in tempo per
evitare l'impatto con il colpo e si gettano a terra.

ESMoon: Non e' normale questo...
SMercury: Gia'... Un momento! Il segnale e' sparito!
SUranus: Sparito?
SMercury: Comunque ho la posizione in cui si trovava. Possiamo continuare.
ESMoon e SUranus: Ok!

--------------------------------------------------------------------------
Il gruppo di SVenus ha raggiunto la base di una collina.

SVenus: E adesso? Scaliamo o giriamo attorno?
SSMaker: Direi di provare a scalarla. Magari dalla cima potremmo vedere
qualcosa di piu' che non restando qui.
SSaturn: E come ci arriviamo in cima? E' molto ripido e non vedo molti
appigli per arrampicarci.
SVenus: Oh, beh... A questo penso io...
VENUS... LOVE ME... CHAIN!

SVenus lancia la sua catena di energia verso la cima della collina. Li',
quasi guidata magicamente, si avvolge attorno ad una sporgenza abbastanza
robusta e si annoda.

SVenus: Ecco qui. Andiamo?

Con non poche difficolta', aiutandosi con la love me chain, le tre ragazze
raggiungono la vetta della collina. SVenus chiude la cordata e viene
aiutata nell'ultimo sforzo da SSMaker.

SSMaker: Forza! Oh... issa! Eccoci qui.
SVenus: Ufff... che faticata... Cosa darei per una bella bibita ghiacciata!
SSaturn: Ho come una strana sensazione... La Silence Glaive sta vibrando...
SVenus: E cosa vuol dire?
SSaturn: Non saprei...

In quel momento, un lampo giallo illumina il cielo. Le tre ragazze si girano
di scatto e fanno appena in tempo a vederlo ricadere al suolo.

SSaturn: Ma quello non era un world shaking di Uranus?
SSMaker (a SSaturn): Non conosco ancora i poteri di voi quattro.
SVenus: Mi sembra proprio di si'... Provo a chiamarla
(premendo sul comunicatore): Venus a Uranus! Mi senti?
SUranus:++ Er*ffst* e qualc*crrrk* esse sent*crack*
SVenus: Che hai detto? Puoi ripetere?

Dal comunicatore arrivano solo delle interferenze.

SSMaker: Niente... Direi di andare verso di loro.
SSaturn: Mi pare l'unica cosa logica da fare.
SVenus: Volete scendere dopo tutta la faticaccia che abbiamo fatto per
salire fin qui??? Va beh...
VENUS... LOVE ME...

Improvvisamente un masso presente sulla cima della collina si anima, e
si trasforma in una specie di umanoide pietroso.

SVenus: EEEEEEK! E questo cos'e'?
SSmaker: Non lo so... Vediamo che intende fare

Il mostro si avvicina con fare minaccioso alle senshi. Le osserva e
inizia a farfugliare qualcosa da quello che sembrerebbe esserne la bocca.

SSaturn: State attente... Credo che stia per attaccarci!

La sensazione di SSaturn si fa evidente pochi secondi dopo. Una scarica
di schegge di pietra parte dalle mani del mostro in direzione delle senshi.

SSaturn: SILENCE... WALL!

SSaturn si pone con la Silence Glaive in posizione verticale fra il mostro
e le altre due senshi, generando un campo di protezione. Le schegge in
arrivo dal mostro si infrangono sullo scudo di energia.

SSMaker: STAR.... (Una stella di energia le si forma nella mano destra)
SENSITIVE... (La stella di energia viene alzata verso l'alto,
all'altezza della spalla)
INFERNO! (Prende la stella con ambo le mani, la porta sopra la testa,
quindi punta le braccia verso il mostro)
SVenus: VENUS! LOVE AND BEAUTY... SHOCK!

I due colpi partono verso il mostro e lo colpiscono. Il mostro accusa
gli attacchi e cessa il proprio, ma rimane ancora in piedi, dando
come l'impressione di essere solo leggermente stordito.

SVenus: Non e' bastato!
SSMaker: Occore qualcosa di piu' potente!
SSaturn: Ci penso io!
SILENCE GLAIVE... (Una sfera di energia si forma sul "falcetto" della
Silence Glaive)...
APPLY!

SSaturn sferra il suo colpo con la Silence Glaive. La sfera di energia si
distacca e va a colpire il mostro, disintegrandolo in minutissime parti.

SSMaker: *Glom*... Bel colpo... Ehm... Dov'eravamo rimaste ?
SVenus: Dobbiamo scendere da qui.
SSMaker: Ah gia', giusto...
SVenus: VENUS... LOVE ME... CHAIN!
Ecco qui. Cordata in discesa pronta!

Lentamente ed attentamente, come sono salite, le tre ragazze ridiscendono
la collina. Una volta a terra, si incamminano verso il punto in cui il
world shaking di Uranus e' ricaduto.

--------------------------------------------------------------------------
SUranus: C'e' stata una chiamata da SVenus, credo... Ma ho perso il
contatto.
ESMoon: Forse ha visto il tuo colpo.
SMercury: Ragazze! Il segnale e' riapparso... Ma la posizione e'
diversa... Sembra che si stia spostando, o forse stiamo procedendo
nella direzione sbagliata... Non e' possibile segurlo perfettamente
con queste interferenze.

--------------------------------------------------------------------------
SMars e SNeptune guidano il loro gruppetto. SSMaker le segue a breve
distanza. SNeptune ha estratto lo specchio.

SNeptune: C'e' qualcosa... Un segno, ma lo specchio non mi fa vedere altro.
SMars: Sento una presenza... Molto forte...
SSFighter: Ho la sensazione che sia troppo tranquillo qui intorno...

In quel momento il colpo di SUranus illumina il cielo. SNeptune si volta
di scatto e vede l'impatto del world shaking col suolo.

SNeptune: Uranus!
SSFighter: Cosa?
SNeptune: Quello e' un world shaking di Uranus!
SMars: Sembrerebbe un segnale! Proviamo a chiam...

SMars non fa in tempo a finire la frase. La sabbia su cui stanno camminando
improvvisamente si anima e due mani le immobilizzano le caviglie, facendola
cadere.

SNeptune: Mars!

Le due mani lasciano la presa ed una figura umanoide si forma dalla sabbia
del deserto. SMars, a terra, terrorizzata dalla sorpresa, porta
istintivamente una mano a protezione del volto.

SSFighter: STAR... (Una corona di stelle di energia si forma attorno alla
senshi)
SERIOUS... (Alzando il braccio destro, la corona si riunisce sopra la
sua testa, nella mano)
LASER! (Punta il braccio verso il mostro)

Il colpo raggiunge il mostro e lo trapassa, ma questo, con un ghigno, si
ricompone, senza lasciare alcuna traccia dell'attacco subito.

SSFighter: Accidenti!
SNeptune: La sabbia non sta bene se impastata con l'acqua...
DEEP... SUBMERGE!

Il ki di energia acquatica colpisce il mostro. L'acqua si impasta con la
sabbia e sembra che il mostro abbia difficolta' con i movimenti.
Intanto SMars e' riuscita ad allontanarsi dal mostro strisciando
all'indietro e si e' rialzata.

SMars: ... e se la sabbia si scalda troppo, fonde e diventa...
vetro!
FIRE SOUL... BIRD!

SMars investe il mostro con il potere del fuoco. Questo non potendo
difendersi ne' confondersi col terreno, subisce l'attacco, e per il gran
calore, parte del suo corpo sabbioso gradualmente si liquefa.

SNeptune: DEEP... SUBMERGE!

L'attacco di SNeptune solidifica la parte di massa fusa, ed il mostro non
puo' piu' muoversi liberamente.

SSFighter: Ed ora... il colpo finale!
STAR... SERIOUS... LASER!
SMars: MARS... FLAME SNIPER!

I due colpi raggiungono il mostro. La parte vetrosa esplode in una miriade
di frammenti di vetro che ricadono lentamente al suolo, mentre il resto
torna a far parte del deserto sabbioso.

SNeptune: E' andato.
SSFighter: Si'... Credo che sia il caso di raggiungere Uranus e le altre.
SMars: Ok, andiamo!
--------------------------------------------------------------------------
SPluto guida l'ultimo terzetto delle senshi. SJupiter e SSHealer cercano
di scorgere qualcosa, ma il vento che soffia contro e solleva una buona
quantita' di sabbia, impedisce loro di vedere oltre pochi metri.
Le senshi si trovano in mezzo a strani cristalli giganteschi, che
assomigliano molto nella forma a cristalli di quarzo.

SJupiter: Proprio nella direzione controvento dovevamo venire!
SPluto: Non lamentarti per cosi' poco... Ricordati quando... Un momento!
SSHealer: Che c'e'?

La Garnet Orb improvvisamente si accende.

SJupiter: Attenta! Non vorrei che ti accadesse qualcosa come prima!
SPluto: Prima era una scarica difensiva. Ero stata io ad attivarla quindi
non sapevo cosa avrei trovato. Stavolta si e' attivata da sola...
SSHealer: E allora?
SPluto: Potrebbe essere solo un segnale di avviso...

Il colpo di SUranus illumina il cielo.

SPluto: ... ecco! Mi stava segnalando solo che le altre hanno trovato
qualcosa.
SJupiter: Proseguiamo o le raggiungiamo?
SSHealer: Direi che quel colpo vale come avviso. Devono aver trovato
qualcosa, ma non sono riuscite a mettersi in contatto con noi.
Raggiungiamole!
SPluto: Un momento! Quel cristallo dietro di noi prima non c'era...
Guardate! E' proprio sulle nostre impronte!

Il cristallo si anima e prende sembianze umanoidi. Contemporaneamente
gli altri cristalli che stanno loro intorno subiscono la stessa
trasformazione.

SPluto: Siamo circondate! Forza!
dead... scream!

Il ki di energia va verso uno dei cristalli, e lo centra in pieno.
Il mostro emette una specie di grido di dolore, ed un braccio gli si
polverizza.

SSHealer: STAR... (Mettendo le mani all'altezza del torace, una stella
di energia si forma al loro interno)
GENTLE... (La senshi alza le mani sopra la testa, tenendo la stella
di energia fra esse)
UTERUS! (La senshi punta ambo le mani verso il mostro)

Il colpo raggiunge il mostro gia' mutilato, e stavolta lo distrugge in
mille pezzi.

SJupiter: Uhm... Qui ci vuole...
JUPITER! OAK... EVOLUTION!

Roteando su se stessa, il colpo multiplo di SJupiter va a colpire la
maggior parte dei mostri, disintegrandoli. L'ultimo superstite, lancia
una specie di lama di cristallo verso SPluto, ma questa, facendo
roteare vorticosamente la Garnet Rod ed usandola come scudo, para il colpo.

SPluto: Credo sia arrivato il momento di farla finita...
dead... scream!
SSHealer: STAR... GENTLE... UTERUS!
SJupiter: SUPREME THUNDER... DRAGON!

I tre colpi vanno a colpire l'ultimo mostro che viene annichilito.

SJupiter: Fiuuu... E' fatta!
SPluto: Si', andiamo adesso!
--------------------------------------------------------------------------
Sull'Enterprise, intanto...

Picard: Sono piu' di 6 ore che non abbiamo notizie...
Riker: Cosa facciamo? Proviamo ad avvicinarci?
Data: La considererei una mossa molto avventata. Direi di attendere ancora
in questa posizione.
Picard: Va bene, signor Data. Tenga costantemente sotto controllo gli
strumenti e mi avvisi della pur minima variazione.
Data: Si signore.
Picard: Io sono nel mio ufficio.

Picard si alza dalla poltrona di comando e raggiunge il suo ufficio. Si
avvicina al replicatore e...

Picard: The, Earl Grey, Hot!

Prendendo la tazza dal replicatore, si gira e va verso la finestra di
alluminio trasparente. Con lo sguardo perso nell'infinita' dell'universo,
osserva la fluttuazione la' fuori, con il suo mistero e dodici ragazze
che stavano tentando di scoprirlo...
--------------------------------------------------------------------------
Fine della III parte
--------------------------------------------------------------------------

ImmaginePartecipa anche tu al SETI @ HOME nel gruppo di StarTrekItalia

Avatar utente
trekfan1
Ammiraglio di Flotta
Ammiraglio di Flotta
Messaggi: 6362
Iscritto il: 5 ott 2002, 17:04
Località: Italy
Contatta:

Messaggio da trekfan1 » 2 ott 2009, 21:38

Episodio 2 - Mistero nel quadrante gamma
Parte 4 - La fine dell'incubo
by Bosk
I nomi dei personaggi sono quelli della versione originale
Questa fanfiction ha avuto due nominations per gli Oscar di IAC

--------------------------------------------------------------------------
[Nota: Comunicazioni via radio/comunicatori in arrivo nell'ambiente
corrente saranno marcate con :++ dopo il nome dell'interlocutore]
--------------------------------------------------------------------------
Nelle prime parti...

Data stellare 48312.3. Il capitano Picard ha avuto l'autorizzazione a
richiedere l'aiuto delle Sailor Senshi per risolvere un mistero nel
quadrante Gamma.

Ami e' riuscita a ricostruire parte di un diaro di bordo di una nave
della Federazione e da un frammento del diario ha intuito un pericolo.
Modificando i sensori dell'Enterprise ha localizzato una misteriosa
fonte di energia.

Setsuna, nel tentativo di vedere con la Garnet Orb cosa si nascondeva
nella fonte, viene investita da una scarica di energia.

Le 12 senshi decidono di teletrasportarsi nella fonte di energia per
indagare.

Entrate nella fluttazione, trovano un planetoide desertico, che pero'
riserva loro delle sorprese. Divise in quattro gruppi, le senshi
cercano la fonte della fluttuazione, ma il loro cammino e' inframmezzato
da combattimenti contro strani mostri che prendono vita dagli elementi
del planetoide stesso.

... ed ora, andiamo a continuare!
--------------------------------------------------------------------------
Voce di Picard: Diario personale del capitano. Data Stellare 48322.5.
Abbiamo perso il contatto con il gruppo delle sailor senshi da
circa 6 ore. Sono indeciso se abbandonare la posizione o rimanere
qui ancora ad attendere loro notizie.

Data: Registro variazioni di energia dalla fluttuazione. Stanno lievemente
diminuendo.
Picard: E secondo lei cosa potrebbe significare?
Data: Non saprei... Ma se continuano a diminuire, potremmo tornare ad
avvicinarci alla fluttazione, pur rimanendo a distanza di sicurezza.
Picard: Potrebbe essere un segno che indica che le sailor senshi sono
ancora vive?
Data: Dati insufficienti, signore.
Picard: Proviamo ad avvicinarci.
--------------------------------------------------------------------------
Musica introduttiva della serie ST:TNG

Voce di Picard: Space, the final frontier...
These are the voyages of the StarShip Enterprise...
It's continuing mission, to explore strange, new worlds...
To seek out new life and new civilizations...
To boldly go where no one has gone before...

La musica cambia e parte il ritornello di Sailor Stars Song
--------------------------------------------------------------------------
The Bosk XXI Century Productions

proudly presents

A CrossOver StarTrek TNG-SailorMoon SailorStars FanFic

Sailor Trek

Mistero nel quadrante Gamma

Parte IV - La fine dell'incubo
--------------------------------------------------------------------------
L'Enterprise gradualmente si avvicina alla fluttuazione.

Data: Arresto immediato! I livelli sono quelli di quando abbiamo subito
il primo attacco!
Riker: Di quanto ci siamo avvicinati?
Data: Circa 5000 km rispetto al punto dell'attacco precedente.
Picard: Distanza dalla fluttuazione?
Data: 250000 km circa. Siamo ancora fuori portata per il teletrasporto.
I raggi sensori a lungo raggio vengono riflessi.
Picard: Se dovessero modificarsi ancora le emissioni, posizionare la nave
di conseguenza, signor Data.
--------------------------------------------------------------------------
Intanto il gruppo delle senshi sul pianeta si e' riunito, con non poche
difficolta', dovute piu' che altro al terreno. SMercury continua a
seguire quel debole segnale in lontananza, l'unica fonte di energia che
i suoi strumenti riescono a captare.

SMercury: Continua a muoversi... Non capisco!
ESMoon: Ma si allontana?
SMercury: No, anzi... sembrerebbe continuare a muoversi di poco,
ma gradualmente si avvicina. O forse sono gli strumenti che
stanno impazzendo.
SPluto: E se fosse qualcosa di semovente ?
SUranus: Ormai dovrebbe averci individuate, credo per colpa mia.
SSFighter: In effetti, da quando hai fatto quel segnale abbiamo iniziato
a subire quegli strani attacchi, quasi fosse il pianeta stesso
a difendersi...
SMars (chiudendo gli occhi e portando una mano alla fronte): Di nuovo
quella sensazione...
SNeptune prende lo specchio: Ancora quel segno! Ragazze, state atten...

SNeptune non riesce a finire la frase. Diversi mostri, alcuni pietrosi,
altri di cristallo ed altri ancora di sabbia, emergono improvvisamente
dal terreno e circondano le senshi.

ESMoon: KYYYAAAAA... E questi da dove arrivano?
SVenus: Ma come? Voi non siete state attaccate prima?
SMercury: No. O meglio...
SUranus: ... Il mio colpo era diretto verso le nubi e stranamente mi
e' stato ribattuto contro.
SSHealer: Bando alle ciance... Abbiamo da fare!

Tutte le ragazze iniziano a dare battaglia con i mostri, ad eccezione di
SMercury, che sembra stranamente bloccata e non riesce a reagire.
Quando, dopo pochi minuti, l'ondata e' stata respinta, un lampo
squarcia il cielo e raggiunge il terreno.
Il lampo raggiunge il punto esatto della sorgente di energia e il visore
di SMercury capta un forte incremento di emissioni dalla sorgente che
stava seguendo. SMercury sbianca in volto improvvisamente e viene presa
da una crisi...

SMercury (portando una mano a coprire la bocca): NO!
ESMoon si volta di scatto: Cosa?
SMercury (portando le mani chiuse a pugno a protezione del volto, cadendo
in ginocchio, urlando quasi istericamente): NO! NO! NOOO!!...
SMars: Ami, che hai?
SVenus: Cosa succede?
SMercury (in ginocchio, quasi piangendo, con lo sguardo fisso rivolto al
cielo, quasi ipnotizzata): L'incubo... era una premonizione!
SNeptune: Incubo?
SSaturn: Quale incubo?

Smercury abbassa lo sguardo verso il suolo e si accovaccia sulle ginocchia,
appoggiando le mani, ancora strette a pugno sul gonnellino.

SPluto: Ami... Adesso calmati...

SPluto prende gentilmente per mano SMercury e la aiuta ad alzarsi. Quel
gesto, tanto semplice, riesce a sbloccare lo stato di confusione in cui
e' caduta SMercury. Mettendole affettuosamente la mano sinistra sulla
spalla, riesce a farle alzare lo sguardo, ancora perso sul terreno.
L'incrocio dei due sguardi fa nascere un sorriso sia sulla bocca di
SPluto che su quella di SMercury.

SMercury: Grazie, SPluto...
SPluto: Adesso rilassati e concentrati sulla Garnet Orb. Voi fate
altrettanto. Se entrerete in sintonia con Ami, potrete vedere
il suo incubo.
SMercury: Si'... Sono pronta.

--------------------------------------------------------------------------
Sull'Enterprise, intanto...

Data: Diminuzione dell'energia dalla fluttuazione.
Riker: Riker a capitano Picard. L'energia emessa dalla fluttuazione e'
diminuita ancora
Picard:++ Arrivo, Numero Uno.

Picard arriva in plancia.

Picard: Riker, situazione
Riker: Data ha rilevato che le emissioni di energia sono diminuite
nuovamente
Picard: Data?
Data: La diminuzione stavolta e' piu' accentuata della prima volta.
E' calata circa del 18.4%. Questo potrebbe permetterci di avvicinarci
ulteriormente.
Picard: Proceda. Stessa procedura. Passiamo ad allarme rosso.
Riker: A tutti i ponti: Allarme rosso!

L'Enterprise prudentemente riprende ad avvicinarsi alla fluttuazione

Data: Arresto totale. Distanza 179000 km. Signore, io proverei a lanciare
lo stesso quella sonda. Se riuscisse a passare, potrebbe darci
informazioni su quello che sta succedendo la' dentro.
Picard: Va bene Data. E' pronta?
Data: Data a LaForge. La sonda e' pronta?
LaForge:++ Si', ho finito le modifiche giusto due minuti fa.
Data: Grazie Geordie. Data, chiudo.
Capitano?
Picard; Hmmm... Si'. Proceda al lancio.
Data: Sonda lanciata.

--------------------------------------------------------------------------
Le senshi hanno assistito all'incubo che Ami ha avuto la notte precedente.

ESMoon: E' terribile! Ma perche' non ce l'hai detto?
SMercury: Credevo che fosse solo un brutto sogno dovuto alla stanchezza.
Invece...
SMars: ... sembra quasi che tu sia stata prescelta per avvisarci di quello
che ci stava aspettando qui.
SSFighter: Qualsiasi cosa sia, dovremo distruggerla!
SPluto: L'incubo potrebbe anche essere incompleto.
SSMaker: Si', ma io direi che prima e' meglio colpire, poi fare domande!
SMercury: Mi sono ripresa del tutto... Andiamo!

Le senshi si rimettono in cammino. Un forte vento si e' alzato dopo
l'ultimo scontro e soffia contro le ragazze, quasi ad ostacolare il
loro cammino.
--------------------------------------------------------------------------
Picard: Data, notizie della sonda?
Data: Sta prosegendo il viaggio, stranamente senza interferenze. Anche il
segnale e' molto chiaro, e la sonda e' gia' arrivata al punto in
cui abbiamo perso il contatto con le sailor senshi.
Riker: I dati che dicono?
Data: Lo schema di energia risulta sconosciuto, ma e' lo stesso registrato
dal diario di bordo della nave scomparsa.
La sonda sta penetrando la barriera esterna della fluttuazione.
Picard: Continui a registrare finche' possibile!
Data: La sonda ha oltrepassato la barriera esterna... Ha rilevato il
tricorder e i dodici comunicatori e una grande fonte di energia con
lo stesso schema della fluttuazione, ma molto piu' potente...
Sembra che tutta l'energia della fluttuazione si sia concentrata in
quel punto!
Picard: Usando la sonda come ponte, e' possibile comunicare con le
sailor senshi?
Data, reclinando la testa e guardando Picard: Non ci avevo pensato,
capitano. Ora provo.
Data chiama gruppo sailor. Rispondete, prego!
--------------------------------------------------------------------------
Nella fluttuazione...

Data:++ Dat*fsss*ma grupp*crrr*lor ris*crrrackle*
SUranus: Data?
Data:++ Data chiam*fsss* uppo sailor. Rispondete, prego!
ESMoon preme sul comunicatore: Data, sono Usagi. Ci sente?
Data:++ Non perfettament*kr* ma almeno abbiamo ristabilito il con*krr*tto.
Com'e' la situazione li' da voi? *krkr*
SMercury: Abbiamo trovato degli ostacoli, e li abbiamo eliminati.
Attualmente stiamo dirigendo verso quello che sembra essere la fonte
principale dell'energia.
Data:++ Noi siamo ancora fuori portata di teletrasporto, ci siamo
avvicinati ulteriormente in quanto le emissioni sono diminuite.
SMercury: Va bene, Data. Noi continuiamo.

Il solo sentire una voce amica solleva il morale delle senshi.
Le ragazze continuano piu' spedite il loro cammino, nonostante il vento
contrario fortissimo.
--------------------------------------------------------------------------
Picard: Meno male, stanno tutte bene.
Riker: Mi sembravano un po' affaticate pero' dalle voci
Data: La sonda rileva una vasta landa desertica, inframmezzata da qualche
collina. Il terreno e' sabbioso.
Nessuna costruzione rilevabile. La zona dove si e' concentrata
l'energia non e' pero' sondabile. I raggi esplorativi vengono riflessi.
--------------------------------------------------------------------------
Le ragazze continuano nel loro cammino. Man mano che si avvicinano
alla fonte dell'energia, il vento contro di loro si fa sempre piu' forte.

ESMoon: Non ce la faccio piu'!
SUranus: Coraggio! Quanto manca SMercury?
SMercury: Meno di tre chilometri, ma il tricorder segnala che il vento
aumenta di intensita' man mano che ci avviciniamo! L'energia in
quel punto ha dei livelli incredibili!
SMars: Dai, Usagi... Andiamo!

Le ragazze continuano a camminare, guidate da SMercury. Improvvisamente
una scarica la investe facendola rimbalzare indietro di qualche metro,
scaraventandola poi a terra.

ESMoon corre verso Ami e la prende fra le braccia: AMI!
SMercury, leggermente confusa: Sto bene, sto bene...
SPluto: Uno scudo di protezione!
SSaturn: Ci provo io!
SILENCE GLAIVE... APPLY!

Il colpo di SSaturn colpisce lo scudo invisibile di energia che ostacola
il cammino delle ragazze, ma questo stranamente resiste.

SSaturn: Non e' possibile!
Data:++ Le emissioni sono diminuite ancora, Ami!
SMercury: Ricevuto, Data!
Ragazze, proviamo con un planet attack!
SUranus: Tutte e nove?
SMercury: Si'! Le Starlight ci copriranno eventualmente le spalle!
SSFighter: D'accordo.
SPluto: Pronta!
SVenus: Andiamo!

Le planetar senshi si prendono per mano. Ognuna invoca il potere del
proprio pianeta, quindi:

Planetar Senshi: SAILOR PLANET... ATTACK!

L'ondata di energia dei nove pianeti si scontra con lo scudo. Questo,
gradualmente, mostra dei segni di cedimento, fino ad evaporare. Il
colpo passa oltre e raggiunge una costruzione che era celata dalla
tempesta di sabbia. Questa viene colpita e viene disintegrata in
mille pezzi.
La tempesta di sabbia improvisamente cessa e lascia intravedere in
lontananza il cumulo di macerie.

SSHealer: Come nell'incubo!
SSFighter: State pronte! Andiamo!
SSMaker: Ragazze, come state?
ESMoon: Un po' stanche, ma possiamo continuare.
SMercury: L'energia e' diminuita... State prudenti pero'... c'e' ancora
qualche residuo!
--------------------------------------------------------------------------
Sull'Enterprise...

Data: Signore! Non rilevo piu' emissioni! Possiamo avvicinarci fino
all'orbita standard!
Picard: Si'. Va bene. Massima prudenza e scudi al massimo!

L'Enterprise attiva i motori ad impulso e si pone nell'orbita della
fluttuazione.

Data: Le confermo i dati. L'energia e' riunita in bassa quantita' in un
punto. Le Sailor senshi sono a circa 1500 metri da quel punto e stanno
ancora avvicinandosi.
Picard si alza in piedi di scatto: Ma cosa vogliono fare ancora?
Picard a SMercury: Siamo in orbita attorno alla fluttuazione.
L'energia della fluttuazione sembrerebbe completamente scomparsa.
SMercury:++ No, signore. C'e' ancora un residuo! Vogliamo essere
sicure che non sia qualcosa di pericoloso.
Picard: SMercury, se occorre faccio scendere una squadra della sicurezza.
SMercury:++ Meglio di no, capitano. Se siamo arrivate fino a qui intere
lo dobbiamo ai nostri poteri. Le armi convenzionali non avrebbero
avuto alcun effetto.
Picard: Come vuole. In caso di emergenza, noi saremo pronti a raccogliervi
entro 3 secondi dal segnale di teletrasporto d'emergenza.
SMercury:++ Ricevuto, signore.
SMercury, chiudo.
Riker: Sala teletrasporto 3 e 4. Agganciare i segnali delle sailor senshi
e pronti con il teletrasporto d'emergenza.
Data, al segnale di emergenza, togliere energia allo scudo il piu'
in fretta possibile per permettere il teletrasporto.
Data: Si signore.
--------------------------------------------------------------------------
Le ragazze si avvicinano prudentemente al cumulo delle rovine.

SMercury: Dividiamoci. Cosi' in gruppo siamo un bersaglio troppo facile!

Seguendo il consiglio di SMercury, le ragazze si sparpagliano e arrivano
a circondare cio' che rimane della costruzione.
Improvvisamente si sente una voce, dal cui tono traspare una grande
stanchezza, quasi fosse stata questa entita' a condurre l'intero
combattimento.

Voce: Chi siete? Come avete fatto a raggiungermi? Nessuno era mai
riuscito a tanto!
ESMoon: E tu chi sei?
Voce: Io sono Krul, l'ultimo essere di questo pianeta errante. Finora
nessuno aveva osato opporsi al mio cammino nell'oscurita' dello
spazio profondo.
Qualsiasi forma di vita di questa galassia che osava avvicinarsi
veniva annientata e la sua energia assorbita. Ma voi come avete
fatto?
SMercury: Noi non siamo di questa galassia! O meglio... veniamo da una
galassia parallela! Forse e' per questo che non hai potuto fare
molto contro di noi!
ESMoon: Ecco perche' non ci ha attaccato quando ci siamo teletrasportate
al suo interno!
Krul: *hahaha* Cosa credete? Che basti questo a salvarvi?
Ormai questo pianeta ha i minuti contati. Senza piu' il generatore
che voi avete distrutto con il vostro attacco, esso si sbriciolera'!
E VOI CON ESSO! *hahaha*
SVenus: Cosa?
Krul: Ormai il processo e' irreversibile... Ma non crediate di riuscire
a fuggire. La poca energia che mi e' rimasta sara' sufficiente per
impedirvi la fuga! Morirete con me!

Una grossa esplosione deflagra da sotto le macerie e il mostro di pietra
dell'incubo di SMercury appare davanti alle guerriere.
Queste, prese di sorpresa non riescono ad organizzare un attacco e vengono
prese nelle mani del mostro, che iniziano a stringersi in una morsa
mortale, impedendo qualsiasi movimento.

SJupiter: E'... finita...
Krul: Si'! E' finita! Ma non me ne andro' da solo!
ESMoon: Non... ancora... (facendo uno sforzo immane riesce a liberare le
braccia dalla presa)... finche' potro'... combattero'... fino
alla morte!

La mezzaluna sulla fronte di ESMoon si illumina ed appare la Eternal Tier.

ESMoon, parlando a fatica: Ragazze!... Datemi... i vostri... poteri!

Le ragazze si concentrano su ESMoon e i loro poteri residui vanno a
concentrarsi sulla Eternal Tier.

ESMoon: E questa... e'... la... tua... fine...
STARLIGHT... HONEYMOON... THERAPY... KISS!

Una grossa scarica di energia si sprigiona dall'Eternal Tier e colpisce
il mostro, ma riesce solo a spezzarne un braccio. Le senshi imprigionate
nella mano del braccio spezzato, riescono a liberarsi.
Subito cercano di fare qualcosa per liberare le altre.

SPluto: dead... scream!
SSFighter: STAR... SERIOUS... LASER!
SSaturn: SILENCE GLAIVE... APPLY!

I colpi delle senshi colpiscono l'altro braccio del mostro che cade a
terra, liberando ESMoon e le altre.

Krul: Nooo.. NOOOO! Non puo' finire cosi'!!!

Intanto un terremoto scuote il pianeta. Si aprono delle spaccature che
diventano delle profondissime voragini.

SMercury preme il comunicatore: Data! Teletrasporto d'emergenza!
Poi allontanarsi alla massima velocita'! Qui salta tutto!
--------------------------------------------------------------------------
Data: Ricevuto! Scudi abbassati! Sale teletrasporto 3 e 4! Energia!
Teletrasporto diretto in infermeria!
Picard: Rotta per il wormhole! Warp 9! Dr. Crusher, stanno arrivando
dodici ospiti!

4 secondi dopo...

Riker: Le abbiamo?
Data: Si'! Rotta calcolata ed inserita!
Picard: Andiamo via di qui! ENGAGE!

L'Enterprise sparisce in un lampo di luce, mentre il pianeta esplode.
Dopo mezz'ora circa, l'Enterprise attracca a Deep Space 9.

Picard: Diario del capitano. Data stellare 48323.2.
Il pianeta al centro della strana fluttuazione e' esploso. Non ho
ancora avuto il tempo di parlare con le sailor senshi, ma le
registrazioni del tricorder delle ultime fasi della battaglia sono
impressionanti.
La minaccia che stava avanzando verso il wormhole e' svanita.

Picard: Io vado in infermeria. Numero Uno, a lei la plancia!
Data: Vorrei venire anche io, con il suo permesso.
Picard: Certo, venga pure!
--------------------------------------------------------------------------
In infermeria, il Dr. Crusher ha appena finito di visitare le ragazze.
Picard e Data entrano e si dirigono verso la sala delle visite.

Picard: Come stanno?
Crusher: Un po' di escoriazioni e molta stanchezza. Devono essersela
vista davvero brutta. Roba di poco conto, comunque.
Ho prescritto un leggero sedativo per tutte e ho detto loro di
farsi una bella dormita ristoratrice, quando usciranno da qui.
Data: Possiamo vederle?
Crusher: Certo! Hanno gia' sciolto le trasformazioni. Sono di la'.

Data e Picard passano nella sala attigua.
Usagi e' seduta sul lettino. Attorno a lei ci sono le altre ragazze,
tranne Ami, e i tre ragazzi. Il cerchio, all'arrivare di Data e Picard,
si apre.

Picard: Sembra che ce l'abbiate fatta, signorine.
Usagi: Grazie, capitano.
Minako: E' stata dura pero'... Non vedo l'ora di farmi un bel bagno
caldo ristoratore!
Makoto: Anche io!
Setsuna: Non c'e' piu' nessuna traccia della fluttuazione?
Data: Prima di inoltrarci nel wormhole ho lanciato una sonda in direzione
del punto in cui eravamo. C'e' solo una pioggia di meteoriti. Nessuna
traccia di energia.
Haruka: Meno male! Michiru, andiamo?
Michiru: Si', arrivo! Capitano...
Picard: A dopo. Fate un buon riposo!
Seiya: Non pensavo che tu mi trascinassi in un'avventura del genere, Odango!
Usagi: NON MI CHIAMO ODANGO!!!
Taiki: E' stata dura, ma almeno abbiamo imparato a conoscerci, non e' vero?
Yaten: Gia', ma quando torneremo, ognuno tornera' per la sua strada!
Usagi: [...]

In disparte, solitaria, Ami sta seduta, con lo sguardo a terra. Data
la nota e la raggiunge e, con fare alquanto imbarazzato, le pone una
mano sulla spalla. Ami si volta di scatto e Data ritrae la mano.

Ami: Ah, e' lei, Data.
Data: A cosa pensi?
Ami, mostrando un piccolo pezzo di roccia che teneva in mano: E' tutto
quello che ne rimane. Dev'essere terribile... vagare per lo spazio,
solo... Il suo unico scopo era pero' la distruzione di altre forme
di vita per sopravvivere...
Data: Non capisco...
Ami: Fa nulla, Data.
(Saltando giu' dal lettino) Va beh, io vado a dormire un po'...
Data: Buon riposo.

Dopo breve tempo, anche le altre ragazze si dirigono nei loro alloggi.
--------------------------------------------------------------------------
Picard e Data tornano in plancia

Picard: Rotta per la Terra, XX secolo, linea spazio-tempo delle senshi.
Data: Si signore. Rotta inserita!
Picard: Engage!

In quel momento il Dr Crusher entra in plancia

Crusher: Capitano, le dovrei parlare... in privato.
Picard: Va bene, andiamo. Riker, a lei la plancia.

Nell'ufficio di Picard...

Crusher: Jean-Luc, non mi sembra giusto lasciare nelle loro menti
quest'avventura terribile a cui si sono sottoposte.
Picard: Beverly, ti ricordi quello che ci hanno raccontato l'altra volta?
Ne hanno passate di peggiori. Comunque cosa intenderesti fare?
Crusher: Con la scusa di un controllo, potrei iniettare loro una droga
che cancella, a seconda della dose, i ricordi da un minimo di 12
ore ad un massimo di 10 giorni.
Picard: Secondo me, dovresti chiedere a loro se vogliono che questa
avventura sia cancellata dai loro ricordi.
Crusher: Come vuoi, Jean-Luc. Quando hai intenzione di chiederlo loro ?
Picard: Quando saremo in orbita attorno alla loro Terra, prima di
trasportarle giu'.
--------------------------------------------------------------------------
Dopo tre giorni, L'Enterprise rientra nell'orbita terrestre della linea
spazio-tempo delle sailor senshi.
In sala teletrasporto 3, le ragazze, in divisa scolastica, stanno
per salutare l'Enterprise e gli ufficiali superiori.

Picard: Bene, vi ringrazio dell'aiuto. Ma c'e' una cosa che il Dr Crusher
vorrebbe chiedervi.
Crusher: Ho esposto questa mia idea al capitano tre giorni fa, e mi ha
detto che siete voi che dovete decidere.
Volete mantenere il ricordo di questa avventura o no?
Data: Faccio presente che nella vostra linea spazio-tempo, da quando
siamo partiti ad ora sono passati solo 30 minuti.
Sarete trasportati nel luogo dove eravate al momento in cui vi
abbiamo prelevato.
Usagi prende la parola: Non saprei... Pero' se non fosse stato per voi,
non sapremmo chi si nasconde dietro le Sailor Starlight.
E questo, secondo me, non e' giusto. Se un giorno dovessimo scoprire
le loro vere identita', e' giusto che capiti normalmente, non per un
caso fortuito.
Siete tutti d'accordo?
Seiya: Si, sono d'accordo con Usagi.
Dottore, ci faccia quell'iniezione!
Crusher: L'effetto della droga iniziera' dopo che sarete stati
teletrasportati sulla terra. In meno di cinque minuti avrete dimenticato
questi sette giorni passati con noi.

Il Dr Crusher inietta ad ognuna delle ragazze e dei tre ragazzi la droga
che servira' a cancellare loro la memoria. Poi salgono sulla pedana del
teletrasporto.

Usagi: Arrivederci, capitano... Spero!
Picard: Spero invece di non dovervi piu' disturbare, in futuro!
(All'addetto del teletrasporto): Energia!

Il fascio di energia trasporta ogni sailor nel luogo dove si trovava al
momento del prelievo.
--------------------------------------------------------------------------
Plancia

Picard: Data, rientriamo nella nostra linea spazio-tempo. Dobbiamo fare
un rapporto al quartier generale!
Data: Si signore! Dati inseriti e rotta impostata!
Picard, seduto sulla poltrona di comando, alza il braccio destro, e
facendo il tipico gesto con l'avambraccio in avanti: Engage!

L'immagine si sposta all'esterno. L'Enterprise sparisce in un lampo di luce.
L'inquadratura ritorna verso la Terra, si avvicina a Tokyo...
--------------------------------------------------------------------------
[BG Sound "Moon revenge]
In gelateria, le ragazze sono sedute al tavolo.

Usagi: Mako-chan... Ma... cosa stavo dicendo?
Makoto: Non lo so... Ho perso il filo del discorso anche io...
Rei, guardando l'orologio: Ho come la sensazione che sia passata piu'
di mezz'ora da quando Ami se n'e' andata... Come se fosse passata
una settimana...
Minako: Strano... anche io ho questa sensazione... mah...
Rei: Va beh... Andiamo a studiare?
Usagi: Ufff... va bene... andiamo!

Le ragazze escono dalla gelateria e si dirigono verso il tempio di Rei.
--------------------------------------------------------------------------
THE END
--------------------------------------------------------------------------

Rispondi

Torna a “Star Trek: Fanfic”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite