Star Trek : Specter of the past

Tutto quello che riguarda le serie TV create dai Fan
Rispondi
Avatar utente
IlSisko
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 2088
Iscritto il: 28 nov 2007, 2:10
Località: Italy
Contatta:

Star Trek : Specter of the past

Messaggio da IlSisko » 1 feb 2011, 22:36

Immagine

L'amore è senza tempo
Lo è anche il male
Questo interessante lungometraggio di animazione (in lingua inglese), interamente realizzato in CGI da Brandon M. Bridges con l'aiuto di alcuni utenti di Scifi-Meshes.com e di altri fan-siti di Star Trek, è un progetto molto popolare e seguitissimo sin dal suo annuncio nel 2006.
Alla fine dello scorso anno ha finalmente visto la luce "The Ultimate Edition" che oggi si può guardare online su

- Vimeo diviso in quattro parti.

Mentre su Youtube diviso in 13 parti. è ancora presente "The Director's Edition" (che presenta piccoli errori, successivamente corretti, nell'Ultimate edition).

La storia, con ambientazione VOY-TNG, si svolge per lo più a bordo della USS Fitzgerald (NCC-85107-A) refit di una nave di classe Galaxy, comandata dal capitano Gaius Reyf, ma nel corso del film non mancherà una capatina su DS9 ( :grin: ) e la visita di due ospiti molto speciali (direttamnte dall'Enterprise-E) che assieme al capitano cercheranno di fermare la follia del Dr. Braiyon Garr.

Considero questo film veramente di alta qualità in termini di realizzazione. Ben scritto, con una trama molto interessante, personaggi coinvolgenti e sviluppati con la giusta profondità.
Storia, scelta delle atmosfere e delle musiche, provocazioni, riferimenti, mi hanno colpito molto.

Il tema centrale del film è l'importanza dell'amicizia, ma affronta anche questioni etiche legate alle responsabilità delle nostre azioni in rapporto a quelle degli altri.

Gli unici limiti che rilevo sono:
- il fatto che per chi fatica a seguire i dialoghi in inglese 3 ore e 10 minuti possono risultare pesanti.
- Inoltre è da quasi un anno che si svolge il casting per dare voce a tutti i personaggi. La maggior parte dei ruoli (anche femminili purtroppo) è attualmente ricoperta dell'autore, cosa che penalizza la caratterizzazione di alcuni personaggi.
- Infine il software utilizzao evidentemente non consente di modificare più di tanto le "fattezze" dei volti, quindi a parte taglio e colore di capelli, sesso e via dicendo alcuni personaggi si somigliano parecchio.

Detto questo, a me è piaciuto molto e lo consiglio vivamente... (inoltre adoro l'EMH e sono ormai ossessionato dal motivetto di "The Price is Right"! :mrgreen: ) ma sappiate che non vi sono sottotitoli e io non posso proprio farli. Non me li chiedete. :wink:

Fonti e maggiori informazioni: Star Trek: Expanded Universe

UPDATE

Completato e pubblicato su youtube il sequel di Specter dal titolo:

Star Trek: Retribution


La storia si svolge nel 2388, 10 anni dopo gli eventi narrati in Specter e precisamente un anno dopo la distruzione di Romulus (ebbene sì, la trama si riallaccia a quanto narrato nel film di Abrams).
Molte cose sono cambiate... Il comandante Brad Prentice, primo ufficiale della Fitzgerald è stato promosso a Capitano e dovrà affrontare una nuova minaccia per la Federazione.
I Romulani infatti incolpano la Federazione di aver causato la distruzione del loro pianeta e guidati da un misterioso e malvagio leader (che avrebbe fornito loro prove inconfutabili) sono in procinto di attaccare.
Il Capitano Prentice partirà con la Fitzgerald, ulteriormente potenziata per l'occasione, in una difficile e pericolosa missione diplomatica, ma non sarà solo. Ad aiutarlo vi sarà un ammiraglio speciale...

Star Trek Retribution - Playlist

p.s: Il video comincia con un breve riassunto dell'episodio precedente.


Immagine

"For all we know, at this very moment, somewhere, far beyond
all those distant stars... Benny Russel is dreaming of us."

Krong
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 1446
Iscritto il: 28 dic 2007, 11:50
Località: Genova
Contatta:

Messaggio da Krong » 3 feb 2011, 20:27

ho iniziato a vederlo sempbra promettere bene!

Belin a l'è un bel giorno pe' mui!

Avatar utente
IlSisko
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 2088
Iscritto il: 28 nov 2007, 2:10
Località: Italy
Contatta:

Messaggio da IlSisko » 3 feb 2011, 20:55

Potremmo organizzare una visione a puntate. Così ne parliamo man mano e cerchiamo di rispondere alle domande che sembrano restare senza risposta... :wink:

Immagine

"For all we know, at this very moment, somewhere, far beyond
all those distant stars... Benny Russel is dreaming of us."

Krong
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 1446
Iscritto il: 28 dic 2007, 11:50
Località: Genova
Contatta:

Messaggio da Krong » 4 feb 2011, 10:15

io ci sto!

Belin a l'è un bel giorno pe' mui!

Avatar utente
IlSisko
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 2088
Iscritto il: 28 nov 2007, 2:10
Località: Italy
Contatta:

Messaggio da IlSisko » 6 feb 2011, 1:23

Si parte allora!
Utilizzerei per semplicità la "Director's cut" presente su YouTube, divisa in 13 puntate da circa 10-15 minuti l'una.

Puntata 00

Immergerci tra le care vecchie stelle ascoltando l'introduzione musicale di "Nemesis"("Remus") ci proietta nostalgicamente nell'universo di TNG... nostalgia e rammarico per la fine di un era a molti ancora cara...

Nel 24° secolo...

Segue poi il tema di Voyager che accompagna i titoli di testa e che riccorrerà in più occasioni (e a ragione) nel film, con diverse variazioni.
La scelta delle musiche, come dicevo nel commento generale è molto importante in questo film ed è il più delle volte azzeccata.
L'autore non utilizza infatti solo le colonne sonore di film e serie di Star Trek ma attinge spesso anche da altre serie, film e persino dalla musica pop.

Sulle note di "Caretaker" (trad. "Il Custode", dal pilot di Voyager ) quindi leggiamo una frase di Charles Caleb Colton

""In times of doubtful morality, it is usual to say: 'Is there any harm in doing this?' This question may sometimes best be answered by asking ourselves another: 'Is there any harm in letting it alone?'"

"In tempi di incerta moralità, si usa spesso dire: "C'è qualcosa di male nel far questo?"
A questa domanda talvolta sarebbe meglio rispondere ponendocene un'altra: "C'è qualcosa di male nel non discuterne?"


Frase che (se ho ben tradotto), di questi tempi, fa riflettere non poco...

Ma mentre ci interroghiamo sull'attualità della citazione, ecco che ci ritroviamo a bordo della USS Daystrom, all'inseguimento di un runabout di classe Yellowstone, impegnata nel vano tentativo di abbatterlo a colpi di phaser.
Benchè il capitano Mantell ordini di continuare a sparare, l'ufficiale tattico non riesce ad agganciare il piccolo vascello e i phaser sembrano venire deviati.
Il vascello non risponde al fuoco, ma chiama la Daystrom. Sullo schermo compare il Dr. Braiyon Elias Garr, scienziato della Federazione, che initima al capitano di cessare il fuoco, avvisandolo di poter competere, per forza di fuoco, con la sua nave e che in caso contrario vi sarebbero gravi conseguenze...

Il capitano si rivolge al proprio ufficiale scientifico, comandante Gaius Reyf, chiedendogli di capire come il vascello riesca a deflettere i colpi, ma Reyf sembra in stato di shock.
Mentre il capitano avverte Reyf che se non riesce a concentrarsi sul problema verrà rilevato dal servizio, l'ufficiale al timone comunica che Garr ha modificato la propria rotta dirigendosi verso il cantiere di Utpioa Planitia.
Il Capitano, temendo il peggio, ordina di allertare il sopraintendente, ma Garr invece di aprire il fuoco sulla stazione di attracco vi passa in mezzo, sorvolando da vicino la nuova USS Enterprise-E per poi sparire dietro Marte.
Il capitano ordina allora di convogliare l'energia ausiliaria verso i motori e riprende l'inseguimento.
Ma prima che la Daystrom riesca a riavvicinarsi abbastanza, il runabout cambia nuovamente rotta infilandosi in un campo di asteroidi.
Non potendo seguirlo, a causa delle dimensioni, la Daystrom è obbligata a fermarsi.
Un'analisi a lungo raggio indica però che il runabout ha cominciato a perdere plasma, forse a seguito di un impatto con alcuni detriti rocciosi, e mostra difficoltà di manovra.
Infine l'equipaggio della Daystrom assiste con grande stupore alla collisione del runabout contro la superficie di un asteroide...

Cinque anni dopo... è il 2378, sulla stazione di ricerca Mellis II... (sottofondo musicale: "Are You Alive?" da BSG [2004])

Il Dr. Edward Chellik, capo amministratore della stazione, sedendo dietro alla scrivania del suo alloggio, interrompe la lettura accusando la stanchezza, quando a un tratto si verifica un black out. Tenta invano di accedere al sistema di comunicazione mentre nel buio sente dei passi che si avvicinano... le porte si aprono... per un attimo compaiono due luci rosse che scompaiono velocemente... sono occhi... sono occhiali... è Braiyon Garr!
- "Non può essere... sei morto 5 anni fa..." sussurra incredulo il Dr.Chellik.
Garr annuisce e si avvicina con passi lunghi e lenti... si sporge sulla scivania verso il Dr.Chellik... e lo schiaffeggia! :mrgreen: (scena stupenda!)
- "Ho una notizia per lei dottore... Sono piuttosto vivo e vorrei prendere in prestito un paio di cosette..."

Stacco panoramico su Deep Space Nine e, sulle stupende note di "Enterprise Departs / A New Beginning" (dall'episodio "Emissary"), ammiriamo la nuova USS Fitzgerald (NCC-85107-A) attraccata alla mia amata stazione spaziale, mentre il capitano Gaius Reyf detta al computer il suo diario personale...

"Captain's personal log, stardate 52437.2. At the Academy, we're taught that the most difficult mission a captain will face is the first. Having just returned from my first mission, I can safely say, they were right. Our expedition was a success; and to celebrate our homecoming, we've stopped at station Deep Space Nine for some shore leave, and some much-needed downtime."

"Diario personale del capitano, data astrale 52437.2. In Accademia ci è stato insegnato che la missione più difficile che un capitano deve affrontare è la prima. Essendo appena tornato dalla mia prima missione, posso tranquillamente affermare che avevano ragione. La nostra spedizione è stata un successo; e per celebrare il nostro ritorno a casa, ci siamo fermati su Deep Space Nine per effettuare le necessarie riparazioni e rilassarci un po'."


Il capitano Reyf ed Elizabeth Falwell, dottoressa della nave, escono dalla sala ologrammi discutendo dell'holo-romanzo che hanno appena completato.
Elizabeth non ne sembra molto entusiasta e avrebbe preferito ricoprire il ruolo del geniale scienziato piuttosto che quello dell'assistente... del resto lei è un dottore, non un critico letterario. Reyf le promette che la prossima volta si sarebbero invertiti i ruoli ma, passando all'analisi del romanzo originale, Elizabeth ammette di non andare pazza per la "favola" del mostro e del suo creatore, provocando l'ovvio incazzamento di Reyf, visto che la "fiaba" in questione sarebbe il famosissimo "Frankenstein" di Mary Shelly, romanzo ancora apprezzabile poichè spinge il lettore ad interrogarsi sulla vera natura del bene e del male. La Falwell tuttavia sottolinea a Reyf come nel 24° secolo la civiltà sia molto evoluta e sia assurdo temere una simile minaccia, essendo inoltre improbabile che esistano pazzi come Victor che si chiudono nel proprio laboratorio giocando a fare dio... Reyf cerca di argomentare ma deve incassare l'ultima battuta del dottore, che si appresta ad abbandonare la nave per recarsi su Bajor:

- "Gaius, se vuoi affrontare un altro dibattito letterario, facciamolo dopo il caffè, la prossima volta. Ovviamente avrai bisogno di un po' di energia in più se vuoi vincere..."

Più tardi Reyf è nel suo alloggio, immerso nella lettura di un vecchio libro, quando arriva un messaggio sub-spaziale dalla stazione Mellis II. E' il dr. Edward Chellik a comunicare che nell'ultimo anno 14 complessi della federazione, supposti sicuri e ben protetti, sono stati svaligiati senza che il colpevole lasciasse alcuna traccia.
Chellik mostra poi il video log della visita da lui ricevuta qualche giorno prima e Reyf, stupefatto, scopre che la persona che ha visto morire 5 anni prima non solo è viva ma si è trasformata in un ribelle. Chellik lo avverte che con l'equipaggiamento trafugato lo scenziato potrebbe provocare alterazioni nella struttura del continuum spazio-temporale e che Reyf, essendo al comando della nave più vicina al sistema in cui la federazione ha rilevato strane letture energetiche compatibili con l'attrezzatura rubata da Mellis II, è l'unico ad avere una chance per fermare e catturare Garr, prima che sia troppo tardi. Anche se visibilmente scosso dalla situazione, Reyf accetta.

Fine pilot.

Immagine

"For all we know, at this very moment, somewhere, far beyond
all those distant stars... Benny Russel is dreaming of us."

Krong
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 1446
Iscritto il: 28 dic 2007, 11:50
Località: Genova
Contatta:

Messaggio da Krong » 6 feb 2011, 9:03

prima una domanda faceta: ma lo fai di lavoro te? secondo: spero di esserne all'altezza!
in ogni caso il mistero pervade questa serie. E' un approccio carino, e comuqnue l'idea di un federale ribelle è, in fin dei conti, accattivante. Poniamo anche come spunto di rilievo il fatto che il ribelle sia di successo, poichè, è chiaro che il fuggitivo tornerà.
Certo gli interrogativi restano.
Ho come l'idea che si tratti del dominio, anche solo per la citazione di ds9, e sarebbe comunque carina come cosa.


Belin a l'è un bel giorno pe' mui!

Avatar utente
IlSisko
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 2088
Iscritto il: 28 nov 2007, 2:10
Località: Italy
Contatta:

Messaggio da IlSisko » 6 feb 2011, 15:56

L'inglese mi serve parecchio. :wink:
Ho voluto romanzare la puntata perchè in essa vengono fissati alcuni punti cardine della storia.

Compaiono però anche le prime incongruenze... Chellik sostiene che Garr sia nato nel 2347 e dato per disperso nel 2370... Essendo nel 2378 non si capisce come siano passati solo 5 anni daglli eventi narrati nel prologo. Successivamente con le date sorgeranno altri problemucci... non che la cosa sia così importante ma è meglio considerarle per quello che sono, ossia errori.

[EDITED]
Inoltre volevo attirare l'attenzione su gli unici personaggi del prologo che ritroviamo poi a bordo della Fitzgerald e cioè solo Gaius Reyf che è stato promosso a capitano.
L'ufficiale timoniere della Daystrom, sebbene sia uguale nell'aspetto, pare non sia il tenente Kendra Erickson, capo della sicurezza della Fitzgerald.
Notare inoltre che la simpatica dottoressa Elizabeth Falwell sbarca su Bajor e quindi dovrà essere sostituita da qualcun altro. :grin:
[/EDITED]

Da un punto di vista tecnico purtroppo i movimenti dei personaggi non sono eccezionali, soprattutto quando camminano. Si spera che nel sequel vi sia un miglioramento in questo senso.

Nel finale del pilot si intuisce anche qualcosa sul possibile obbiettivo di Garr... costruire qualcosa che modifica lo spazio-tempo... altro classico tema di TNG e di VOY.

Anch'io speravo che DS9 offrisse maggiori spunti, ma non mi aspetterei molto più che riferiment ad alcuni personaggi... :wink:

Bene! do il via ai commenti per passare alla seconda puntata nel prossimo weekend.

Immagine

"For all we know, at this very moment, somewhere, far beyond
all those distant stars... Benny Russel is dreaming of us."

Krong
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 1446
Iscritto il: 28 dic 2007, 11:50
Località: Genova
Contatta:

Messaggio da Krong » 8 feb 2011, 8:20

la grafica è davvero pessima se paragonata, ad esempio, ad aurora (a proposito ne sai nulla?)
bEH Io e te speriamo che ds9 la citino anche nel film di Abrams ma sappiamo che, bene o male, è dopo ent, la serie con meno preferenze in quanto, è una delle meno trekkie!
Le discrepanze delle date io le trovo comprensiili infonfo è facile sbagliarsi con una datazione non usuale. Certo si fossero sbattuti un poco di più...

Belin a l'è un bel giorno pe' mui!

Avatar utente
IlSisko
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 2088
Iscritto il: 28 nov 2007, 2:10
Località: Italy
Contatta:

Messaggio da IlSisko » 8 feb 2011, 15:38

Tra scene tagliate e rimontaggio era inevitabile, infatti...

Ah, ho scoperto che la musichetta che ascolta Reyf nel suo alloggio è "King of the Hill" (by The Refreshments), tema di una serie televisiva animata americana creata da Mike Judge (creatore anche di Beavis and Butt-head) :mrgreen: , suonata al piano da un utente di youtube (fountainkeeper). Ha 22 anni, suona esclusivamente a orecchio e sul suo canale sono presenti i temi musicali di un sacco di roba...
In particolare sono molto carini gli adattamenti che ha fatto dei temi di Inner Light, First Contact (molto bello) e TWOK.



Immagine

"For all we know, at this very moment, somewhere, far beyond
all those distant stars... Benny Russel is dreaming of us."

Krong
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 1446
Iscritto il: 28 dic 2007, 11:50
Località: Genova
Contatta:

Messaggio da Krong » 9 feb 2011, 11:31

grande citazione!!

Belin a l'è un bel giorno pe' mui!

MiaPiccolina
Guardiamarina
Guardiamarina
Messaggi: 525
Iscritto il: 21 dic 2009, 11:51
Località: Italy
Contatta:

Messaggio da MiaPiccolina » 10 feb 2011, 9:19

Grazie, come sempre, a IlSisko per la versione romanzata. Rende molto più semplice seguire lo sviluppo della storia.
Non faccio molto caso ai limiti tecnici del cartone animato visto che è un prodotto amatoriale. Anzi devo ammettere che ho apprezzato veramente molto la regia. Approposito con che tools è stato realizzato?

Sulla storia c'è ancora poco da dire visto che siamo appena all'inizio. Ho deciso di seguire insieme a voi il suo sviluppo quindi niente visioni anticipate... alla prossima puntata!

L'unico commento che ho da fare è relativo alle incongruenze. Mi fa piacere che anche i fans sbaglino! :grin:

Avatar utente
IlSisko
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 2088
Iscritto il: 28 nov 2007, 2:10
Località: Italy
Contatta:

Messaggio da IlSisko » 15 feb 2011, 1:18

Puntata 01

Sulle stupende note di "The Planet View" (Star Trek Insurrection - Expanded soundtrack) vediamo Reyf guardare una vecchia foto che lo ritrae assieme a Garr, il giorno della loro ammissione all'accademia...
Comprendiamo quindi il perchè del suo stato d'animo combattuto, lo conosceva!

Altra scena interessante è il discorso che Reyf fa al suo equipaggio prima di lasciare DS9 per affrontare questa difficile missione.
Sappiate che il seguente discorso dura esattamente 47 secondi!

"E' difficile credere che siano trascorsi solo 6 mesi da quando ci siamo incontrati per la prima volta.

[ed ecco partire la bellissima "Enterprise First Flight" (Star Trek Enterprise: Broken Bow)]

Io ero fresco di promozione, in procinto di imbarcarmi per il mio primo incarico come capitano di una nave stellare.
Guardando questa moltitudine di... strane persone, che conoscevo a malapena, posso tranqullamente affermare di non essermi mai sentito più nervoso in vita mia.
Ed ora eccoci qui.
Avete provato a voi stessi il vostro valore.
Vi ho guardati orgogliosamente affrontare ogni sfida incontrata con la dedizione e lo spirito di squadra che insieme contraddistinguono il meglio della tradizione della Flotta Stellare.
So che nessuno di noi, me per primo, si aspettava un nuovo incarico così presto.
Posso solo chiedere a ciascuno di voi di continuare a dare il meglio di sè.
Se restiamo uniti, niente potrà ostacolarci.
Che ne dite, ci siamo riposati abbastanza per metterci al lavoro?
Stazioni di partenza."

Bella citazione, secondo me, quel "departure stations", pronunciato alla fine del discorso:

"Let's get this over with. Departure stations" viene pronunciato da Kirk in "Star Trek VI: The Undiscovered Country" :wink:

Ora, è evidente che Gaius Reyf ci ricordi chi sappiamo noi... e non è solo per l'aspetto, ma anche perchè durante il film di uscite "alla Picard" ne ha parecchie. :grin:

cos'altro aggiungere...

Nice and easy, Mr. Parks... engage!

continua...
Immagine

"For all we know, at this very moment, somewhere, far beyond
all those distant stars... Benny Russel is dreaming of us."

Krong
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 1446
Iscritto il: 28 dic 2007, 11:50
Località: Genova
Contatta:

Messaggio da Krong » 15 feb 2011, 8:46

te comunque sei pazzo!! :D ma come diamine fai a ricordarti le colonne sonore O_o. Mi stupisci davvero! :D

Bhe le citazioni di Tng danno subito un'idea do star trek più pulita, classica, lineare e comprensibile a tutti. La pulizia di parole ed etica è ciò che distingue la serie TNG più di tutte le altre infondo ed è quella che più, secondo me, richiama la serie classica!

Belin a l'è un bel giorno pe' mui!

Avatar utente
IlSisko
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 2088
Iscritto il: 28 nov 2007, 2:10
Località: Italy
Contatta:

Messaggio da IlSisko » 16 feb 2011, 14:06

No, ma scherzi... non arrivo a questo livello di follia! Nella pagina delle fonti, indicata nel primo post, c'è quasi tutto ciò che occorre sapere su questo film, riassunto e colonne sonore comprese (solo che non sono sempre nel giusto ordine).
Io mi limito a evidenziare dialoghi e osservazioni che mancano sul Wikia ufficiale di cui sopra. :wink:

E' stato finalmente completato e pubblicato Star Trek Retribution, il secondo capitolo di questo interessante ciclo di film di animazione con ambientazione TNG. Il link alla playlist del film in 13 parti è stato aggiornato nel primo post.
L'autore ha annunciato sul suo canale che potrebbe esserci un terzo film il cui titolo sarà probabilmente "Redemption". :wink:

Ho visto le prime 4 parti e ho notato che la prima parte è stata rimontate in modo molto diverso.
Quello che caratterizza questa serie è che è intrisa di TNG fino al midollo! :mrgreen:
Eppure guardata "a puntate" è molto interessante, tutt'altro che noiosa.
Questi film sono lunghissimi (fin troppo perchè qualcuno consideri l'idea di sottotitolarli), volutamente lenti e si prendono tutto il tempo necessario per caratterizzare i personaggi e dare spazio alle loro riflessioni e ai loro sentimenti. Le musiche sono scelte sempre ad arte e sempre evocative. Questo capitolo è molto più "tetro" del precedente e mi aspetto un grosso colpo di scena nel finale. :smile:

Immagine

"For all we know, at this very moment, somewhere, far beyond
all those distant stars... Benny Russel is dreaming of us."

Rispondi

Torna a “Fan Movies”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite