Star Trek: Axanar

Tutto quello che riguarda le serie TV create dai Fan
Avatar utente
trekfan1
Ammiraglio di Flotta
Ammiraglio di Flotta
Messaggi: 6276
Iscritto il: 5 ott 2002, 17:04
Località: Italy
Contatta:

Re: Star Trek: Axanar

Messaggio da trekfan1 » 24 giu 2016, 10:20

ImmaginePartecipa anche tu al SETI @ HOME nel gruppo di StarTrekItalia

Avatar utente
Miles
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 6071
Iscritto il: 10 apr 2003, 20:05
Località: Palermo
Contatta:

Re: Star Trek: Axanar

Messaggio da Miles » 24 giu 2016, 11:34

Grazie per la segnalazione, trekfan. Avevo già letto la notizia ieri ma sono un po' impegnato per varie ragioni in questo periodo e non ho avuto modo di tradurla e/o anche solo girarla (comunque penso di farlo appena possibile)
Immagine

Avatar utente
Miles
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 6071
Iscritto il: 10 apr 2003, 20:05
Località: Palermo
Contatta:

Re: Star Trek: Axanar

Messaggio da Miles » 24 giu 2016, 16:14

Ecco, come promesso, la linee guida tradotte nella loro interezza, così come le ha pubblicate la CBS sul sito ufficiale StarTrek.Com



CBS e Paramount sono forti sostenitori delle fan fiction e della creatività dei fan, espressa in modo ragionevole, e in particolare vogliono fermamente che i cineasti dilettanti continuino a mostrare la loro passione per Star Trek. Pertanto, CBS e Paramount Pictures non obietteranno alcunché né perseguiranno legalmente, le produzioni amatoriali e non professionistiche di Star Trek che rispetteranno le seguenti linee guida:


Linee guida per evitare obiezioni:


1. Il prodotto amatoriale deve avere una durata minore di 15 minuti per una singola storia autoconclusiva, o non più di due segmenti, episodi o parti che, in questo caso, non devono superare i 30 minuti in totale. Sono da evitare ulteriori stagioni, episodi, parti, seguiti o rifacimenti.

2. Non si può includere la dicitura Star Trek né nel titolo né in altre parti della produzione amatoriale. Tuttavia, il titolo deve contenere un sottotitolo che riporti la dicitura: “Una produzione di Star Trek amatoriale”. La produzione amatoriale non può utilizzare il termine “ufficiale” né nel titolo né nel sottotitolo né nel marketing né nella promozione della produzione amatoriale né sui social media.

3. I contenuti della produzione amatoriale devono essere originali, non riproduzioni, rifacimenti né clip da una qualsivoglia produzione di Star Trek. Se vengono utilizzati contenuti di terze parti non inerenti a Star Trek, tutti i permessi necessari per l’utilizzo di quei contenuti vanno ottenuti per iscritto.

4. Se la produzione amatoriale fa uso di uniformi, accessori, giocattoli, oggetti di scena disponibili in commercio, deve trattarsi di merchandise ufficiale e non di merce contraffatta o di imitazioni del suddetto materiale disponibile in commercio.

5. La produzione amatoriale dev’essere davvero “amatoriale”; ad esempio, i creatori, gli attori e tutti i partecipanti devono essere dilettanti, non possono essere ricompensati per la loro prestazione e non possono essere, né essere stati in passato, impiegati nella realizzazione di alcuna serie di Star Trek, film, uscita home video o con qualsivoglia licenza della CBS o Paramount Picture.

6. La produzione amatoriale non deve avere carattere commerciale

o CBS e Paramont Pctures non ostacolano il limitato ricorso alle raccolte fondi per la creazione di una produzione amatoriale, che consista in uno o due segmenti e che rispetti queste linee guida, fintantoché la somma totale non superi i $ 50.000, inclusa la quota da versare alla piattaforma scelta per la campagna di raccolta fondi, e nel caso si superasse il raggiungimento dell’obiettivo di $ 50.000, si deve cessare ogni ulteriore attività di raccolta.

o La produzione amatoriale può essere esibita o distribuita solo su basi gratuite e/o condivisa via streaming senza generarne alcuna entrata.

o La produzione amatoriale non può essere distribuita su supporti fisici come DVD o Blu-ray.

o La produzione amatoriale non può essere sfruttata al fine di ricavarne entrate pubblicitarie alludendo a titolo esemplificativo, ma non limitatamente a, l’uso di pubblicità pre o post riprese e banner pubblicitari sui quali occorre cliccare, che siano associati alla produzione amatoriale.

o Merchandise o servizi non coperti dalla licenza di Star Trek o relativi alla produzione amatoriale possono essere messi in vendita o regalati come bonus, extra o ricompense in fase di raccolta fondi per la produzione.

o La produzione amatoriale non può generare entrate dalla vendita o dall’uso in licenza di set, oggetti di scena o costumi realizzati dai fan.

7. La produzione amatoriale dev’essere adatta alla visione familiare e per le proiezioni pubbliche. I video non devono includere bestemmie, nudità, oscenità, pornografia, uso di droghe, alcol, tabacco, o qualsivoglia attività illegale o dannosa, né può mostrare materiale offensivo, fraudolento, diffamatorio, calunnioso, denigratorio, sessualmente esplicito, minaccioso, che inciti all’odio o qualsiasi altro contenuto inappropriato. Il contenuto della produzione amatoriale non può violare alcun diritto individuale alla privacy.

8. La produzione amatoriale deve riportare la seguente dicitura nei titoli di testa o di coda sullo schermo e su ogni materiale usato a scopo di marketing, inclusi il sito web o la pagina che ospita il progetto amatoriale:
“Star Trek e i relativi marchi, loghi e personaggi sono possesso esclusivo di CBS Studios Inc. Questa produzione amatoriale non è appoggiata, sponsorizzata o affiliata a CBS, Paramount Pictures o a qualsiasi altro franchise di Star Trek ed è un film amatoriale a scopo non commerciale realizzato al solo uso ricreativo. Ne è permessa la proiezione e la distribuzione ad uso non commerciale. Non si vanterà alcun presunto diritto nei confronti della CBS o della Paramount Pictures,”

9. I creatori delle produzioni amatoriali non devono in alcun modo tentare di mettere sotto licenza i loro lavori, né alcun elemento presente nei loro lavori, registrandone i diritti secondo la regolamentazione in materia di copyright e licenze sui marchi

10. Le produzioni amatoriali non possono realizzare né implicare alcuna associazione o appoggio con la CBS o la Paramount Pictures.


CBS e Paramount Pictures si riservano il diritto di modificare, revocare o ritirare queste linee guida a propria discrezione in qualsiasi momento. Queste linee guida non rappresentano una licenza e non costituiscono un’ approvazione o un’ autorizzazione verso qualsivoglia produzione amatoriale né una rinuncia ad alcuno dei diritti che CBS o Paramount Pictures possono vantare rispetto alle fan fiction realizzate al di fuori di queste linee guida.


---


Comunque la si pensi, è la fine dei fan movies/fan series così come le abbiamo conosciute fino ad ora.
Immagine

Avatar utente
TheGib
Ammiraglio di Flotta
Ammiraglio di Flotta
Messaggi: 7698
Iscritto il: 16 gen 2005, 10:21
Località: Livorno - Italy

Re: Star Trek: Axanar

Messaggio da TheGib » 24 giu 2016, 22:43

L'unico aspetto positivo che vedo in questa vicenda è una ipotetica volontà delle major di "riappropriarsi dell'universo Star Trek", per gestire al meglio piani futuri a lungo termine. La parola chiave è "ipotetica volontà" :vabbe:
"La nostra vera nazionalità è l'umanità." H.G.Wells
--------------------------
"...c'è una certa drammatica ironia in tutto questo, una sincronia che sconfina con la predestinazione, si potrebbe dire..." R.Giles

Avatar utente
Miles
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 6071
Iscritto il: 10 apr 2003, 20:05
Località: Palermo
Contatta:

Re: Star Trek: Axanar

Messaggio da Miles » 25 giu 2016, 0:08

Io mi chiedo: se non fosse scoppiato il caso Axanar, tutto questo sarebbe accaduto lo stesso? Perché, in alcuni punti, mi pare chiaro che queste linee guida siano restrittive in particolare per quella produzione, specialmente dove dice che non possono partecipare ai film amatoriali attori o personale a vario titolo già impiegato dalla CBS o anche quando dice che il fan che realizza l'opera amatoriale non può vantare alcun appoggio da parte della CBS (cosa che, sospetto, abbia invece fatto Alec Peters di Axanar). Però ora ci vanno di mezzo anche "Continues" e "Phase II", che sono strutturate in stagioni, hanno episodi ben più lunghi di 15 minuti, riprendono spesso elementi già visti in altri episodi, si avvalgono di attori professionisti o di tecnici professionisti (in "Phase II" lavora Daren Dochterman, che ha rifatto gli effetti speciali per la Director's Cut di "The Motion Picture")... insomma, è una vera debacle per questo mondo.

A seguire le linee guida della CBS, io riesco ad immaginare solo dei corti, magari ambientati su colonie o navi civili, con storie che si svolgono nell'universo narrativo di Star Trek ma che non possono, di fatto, assomigliare minimamente a ciò che abbiamo visto al cinema o in TV (e a questo punto, anche la concessione sull'uso limitato delle raccolte fondi è un po' una presa in giro: chi vorrebbe finanziare un corto di 15 minuti che di Star Trek ha solo l'odore?).

Secondo me sono regole troppo stringenti e, se questi sono i paletti che ha sempre avuto in mente CBS/Paramount, veramente viene da chiedersi per quale accidenti di motivo abbiano lasciato proliferare indisturbate, per anni, delle vere e proprie continuazioni amatoriali del franchise (altro che corti da pochi minuti!) senza mai dire una parola in proposito. Mi sembra un'azione fatta ad hoc per mettere all'angolo la produzione di Axanar, anche in tribunale, che però butta via il bambino con l'acqua sporca.

Se la nuova serie non raccoglierà il favore dei fan (unica scusante per il loro comportamento improvvisamente iperprotettivo del marchio), per CBS e Paramount questa mossa potrebbe diventare un boomerang negativo.
Immagine

Avatar utente
Miles
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 6071
Iscritto il: 10 apr 2003, 20:05
Località: Palermo
Contatta:

Re: Star Trek: Axanar

Messaggio da Miles » 1 ott 2016, 18:41

Nuova puntata di Paramount VS Axanar, direttamente dalle pagine di TrekMovie (l'ho accorciata un po', ma il succo è tutto li)


La causa intentata da CBS e Paramount contro il fan film Axanar e il suo creatore Alec Peters ha iniziato a scaldarsi ancora una volta. Gli avvocati di Axanar hanno presentato una mozione per costringere la CBS e la Paramount a produrre alcuni documenti tra cui i loro bilanci, gli stipendi per gli attori e la troupe di ogni episodio e film di Star Trek realizzato sinora, e in più le dichiarazioni a sostegno di Axanar espresse precedentemente da J.J. Abrams e Justin Lin.

Gli avvocati di Axanar si stanno scontrando con quelli di CBS e Paramount Pictures su questi documenti e hanno richiesto al giudice federale R. Gary Klausner di forzare gli studios a produrli come prove rilevanti. CBS e Paramount hanno dal canto loro risposto dicendo che la mozione presentata dagli avvocati di Axanar è "deliberatamente fuorviante", bollandola come "un' inutile e spiacevole perdita di tempo per la Corte."

Entrambe le parti hanno chiesto un'udienza il 21 ottobre

Gli avvocati di Axanar richiedono suddetti documenti a rafforzamento delle loro tesi difensive, tese a dimostrare che:

⦁ Il produttore Alec Peters ha realizzato e distribuito Preludio ad Axanar sottoforma di mockumentary/fanfilm gratuito di 20 minuti, disponibile su internet con scopi "non commerciali"; perciò Axanar non rappresentava alcuna minaccia finanziaria per CBS e Paramount.
CBS e Paramount hanno "a lungo tollerato e incoraggiato opere amatoriali ispirate a Star Trek".
⦁ Gli studios "hanno dato un tacito riconoscimento al fatto che le fan fiction, come Axanar, non hanno alcun impatto negativo" sul marchio Star Trek.
⦁ La mancanza di danni arrecati alla proprietà intellettuale è parte integrante della difesa, per dimostrare che Axanar ha fatto un uso corretto del marchio.
⦁ Peters non deve pagare alcuna spesa legale derivante da questa supposta violazione del copyright.
⦁ I precedenti usi del copyright fatti in 50 anni di storia del marchio mettono in dubbio la solidità delle accuse mosse dagli studios.


L'avvocato di Axanar, Erin Ranahan, per costruire la sua difesa ha richiesto informazioni su:

⦁ Bilanci finanziari di tutte le serie e i film di Star Trek protetti da Copyright da 50 anni a questa parte, tra cui le serie televisive e i film
⦁ Stipendi che attestino quanto sia stato pagato "ogni attore, regista e produttore per ogni singolo spettacolo televisivo e cinematografico di Star Trek."
⦁ Documenti che attestino le dichiarazioni prodotte da J.J. Abrams e Justin Lin a supporto della produzione di Axanar
⦁ Documenti che attestino le politiche adottate nei confronti di altre Fan Fiction da parte degli studios, tra cui le lettere da essi inviate in cui si invita a cessare ogni attività e desistere dal proseguire le opere amatoriali, nonché comunicazioni inviate ai siti web in cui li si avvisa di ospitare materiale in violazione del copyright.


Gli avvocati che rappresentano CBS e Paramount hanno definito tali richieste "deliberatamente fuorvianti" e lamentano che la difesa stia cercando documenti che "non esistono". CBS e Paramount tramite i loro avvocati affermano che la difesa:

⦁ Chiede documenti che non esistono.
⦁ Chiede dati già richiesti che CBS e Paramount avevano già concordato di fornire o che sono già inclusi nella mozione.
⦁ Non è riuscita a raggiungere un accordo con CBS per stabilire i documenti che non devono essere inclusi nella mozione.
⦁ Ha mosso richieste, senza base giuridica, che spaziano su un campo "estremamente ampio e indebitamente gravoso per produrre suddette informazioni, peraltro non rilevanti per nessuna delle due parti né inerenti al caso." In particolare ci si riferisce a dover ricostruire 50 anni di situazione patrimoniale di CBS e Paramount relativa al copyright di Star Trek.
⦁ Chiede in maniera inopportuna la registrazione delle attestazioni pubbliche espresse da Abrams e Lin quando esse sono state fatte dopo che la querela è stata depositata, quindi sapendo che non hanno alcuna incidenza sulla presunta violazione avvenuta prima di suddette dichiarazioni.
⦁ Chiede dati "irrilevanti" come quelli su altri fanfilm di Star Trek, o su eventuali azioni legale intraprese dagli studios contro di loro.

In sostanza la difesa tende a dimostrare che Axanar ha fatto un uso corretto della licenza e che se anche danni ci fossero stati, essi sarebbero minimi dato che un fan film viene distribuito gratuitamente e non potrebbe certo fare molto danno a "due corporazioni enormi."


D'altra parte gli avvocati degli studios vogliono dimostrare che Axanar non è affatto un fanfilm, per stessa ammissione di Peters:
L'imputato è stato riconosciuto in piena e consapevole violazione del copyright quando, durante le attività precedenti al contenzioso, ha più volte detto di stare realizzando un film di Star Trek "professionale" e "indipendente", con la partecipazione di attori professionisti (che sono stati pagati per i loro servizi) che hanno già interpretato dei ruoli nelle serie televisive di Star Trek e servendosi di una troupe professionale. Infatti, nonostante le recenti dichiarazioni dell'avvocato della difesa dicano il contrario, prima che venisse depositata la querela sia Peters sia il suo staff hanno espressamente dichiarato che non stavano creando un "fan film." Questo caso riguarda un'impresa commerciale studiata per prendere i soldi dei fan di Star Trek come fondi per pagare Peters e i suoi colleghi per realizzare ciò che gli imputati stessi hanno descritto come "un film indipendente di Star Trek."

La natura commerciale di Axanar viene delineata dagli avvocati di CBS e Paramount sottolineando che:

⦁ E' stato fatto uso di "donazioni per costruire uno 'studio cinematografico' che è stato affittato per altri progetti non relativi a Star Trek."
⦁ Sono state accettate donazioni per realizzare premi in violazione del marchio Star Trek.
⦁ I pagamenti incassati da Peters come donazioni dei fan di Star Trek sono stati usati da "Peters stesso e dalla sua fidanzata per decine di migliaia di dollari per spese personali di viaggio, gomme, assicurazione auto e carburante".


La difesa ha affermato anche che il creatore di Star Trek Gene Roddenberry avesse originariamente posseduto il copyright. Ma in realtà Roddenberry non ha mai posseduto il copyright; Ha creato Star Trek come un lavoro su commissione per Desilu Productions e poi per la Paramount. Infatti, i querelanti hanno osservato, "Ms. Ranahan non spiega su quale base afferma che Gene Rodenberry abbia mai posseduto i diritti di Star Trek."


La difesa ha trascorso una grande quantità di tempo per descrivere in che modo si possano valutare gli eventuali danni procurati da Axanar a Star Trek. I querelanti hanno tuttavia sottolineato che i record finanziari non sono l'unico modo per valutare il danno perché se "altre produzioni professionali e commerciali" come Axanar fossero autorizzate a creare film di Star Trek, l'uso diffuso che altre produzioni "amatoriali" ne potrebbero fare, danneggerebbe il legittimo detentore dei diritti a causa della nascita potenziale di "un mercato su questi lavori derivati".

La difesa ha chiesto anche i documenti relativi ai rapporti intrapresi da CBS con altre case di produzione amatoriali, specialmente per dimostrare se gli studios abbiano mai emesso avvisi contro Star Trek: Hidden Frontier, Starship Exeter, Bring Back Kirk, Star Trek: New Voyages / Star Trek: Phase II, Star Wreck: In the Pirkinning, Star Trek: Aurora, Star Trek: Of Gods and Men, Starship Farragut, Star Trek: The Next Animation , Star Trek: continues, Star trek Phoenix, Star Trek: Specter, Star Trek II: Retribution, Star Trek III: Redemption, Star Trek: Reunion, Star Trek: Dark Horizon, e Star Trek: Renegades.

CBS e gli avvocati della Paramount hanno sostenuto che tali documenti sono protetti dal segreto professionale ribadendo quanto detto prima, cioè che a prescindere dai rapporti intercorsi tra gli studios e le altre produzioni, i danni potenziali di Axanar risiedono nel rischio della nascita di un mercato di prodotti derivati che danneggerebbero gli studios.

Curiosamente, gli avvocati di Axanar hanno avanzato una richiesta concernente anche le produzioni amatoriali di Star Wars, i fan film e le linee guida dettate in merito dalla Lucasfilm, nonché tutte le comunicazioni tra il personale dello studios e i dipendenti di Lucasfilm. I querelanti hanno sostenuto che anche questa richiesta sia eccessivamente dispersiva e irrilevante, specialmente poiché Axanar non è un fan film.
Immagine

Avatar utente
Miles
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 6071
Iscritto il: 10 apr 2003, 20:05
Località: Palermo
Contatta:

Re: Star Trek: Axanar

Messaggio da Miles » 30 nov 2016, 0:41

La schermaglia tra Axanar e CBS si fa sempre più articolata e la difesa del fan-film sta adottando un'altra strategia, messa evidentemente alle strette: dimostrare che Axanar NON E' un fan-film e quindi non vìola il copyright.

In sostanza, Axanar Production sta ora tentando di dimostrare che Preludio ad Axanar (e il suo eventuale sequel) sono dei Mockumentary, cioè non dei film veri e propri ma dei finti documentari dallo stile parodistico (secondo la definizione di Wikipedia).

Ovviamente gli avvocati degli Studios rigettano tale interpretazione e sostengono che, a prescindere da come lo si voglia definire, Axanar fa un uso talmente massiccio e particolareggiato di elementi tratti da Star Trek (che in quanto tali, sostiene, non possono essere definiti 'originali', perché si tratta pur sempre di alieni, oggetti, nomenclature etc. tratte dalla serie) che il copyright è stato comunque violato.

La prossima udienza, salvo accordi fra le parti, è fissata al prossimo 19 dicembre. Ma dato che la difesa di Axanar mi pare si stia un po' arrampicando sugli specchi, mi sa che potrà finire solo in un modo...

Fonte: http://www.trektoday.com/content/2016/1 ... kumentary/
Immagine

Avatar utente
Miles
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 6071
Iscritto il: 10 apr 2003, 20:05
Località: Palermo
Contatta:

Re: Star Trek: Axanar

Messaggio da Miles » 5 gen 2017, 12:04

R. Gary Klausner, il giudice federale della California che si sta occupando del caso Paramount Pictures/CBS vs Axanar ha stabilito che Axanar mostra oggettive e sostanziali somiglianze con il copyright di Star Trek e non si può dire che ne faccia un uso giusto.

Che gli elementi tratti da Star Trek siano sostanzialmente simili all'originale, fino ad un livello di dettaglio maniacale, si evince dalle stesse dichiarazioni del creatore del fan film, che ha più volte espresso il desiderio di creare un vero film indipendente basato su Star Trek e fedele ai suoi canoni.

Ovviamente questa non è una buona notizia per la produzione di Axanar, ma CBS e Paramount non possono ancora esultare perché il giudice ha disposto che sia una giuria a valutare, nel caso specifico, le soggettive somiglianze tra Axanar e il copyright (per quantificare eventuali danni).

Il Tribunale ritiene che l'accusa dei querelanti contro Axanar, circa l'uso ragionevole degli elementi coperti da copyright, penda a loro favore ma, se la giuria non trovasse sostanziali somiglianze soggettive tra le due opere, gli imputati non potranno essere accusati di violazione del copyright e per tanto si metterebbe in discussione anche la difesa del ragionevole uso degli stessi.

La criticità del ragionevole uso, che la produzione di Axanar avrebbe fatto degli elementi coperti da copyright, risiede in una legge americana che ritiene tollerabile l'uso di elementi coperti da copyright nel caso di scopi di pubblico interesse, di studio o di critica (anche parodiata). Ma Axanar, per stessa ammissione della produzione, si poneva con lo scopo di approcciarsi alla storia di Star Trek per ampliarla e aggiungervi nuovi elementi, quindi con uno scopo trasformativo e non conservativo/divulgativo.

Il giudice non ritiene che Axanar sia un'opera trasformativa del copyrirght ma non è stato persuaso neanche dalla difesa, che tendeva a classificare Axanar come mockumentary (quindi una parodia), in quanto non si ravvisa alcun tentativo di critica o parodia nei confronti di Star Trek, nell'opera di Peters.

Inoltre il giudice crede alla natura commerciale del progetto, che - anche ad un livello non esclusivamente economico - avrebbe comunque apportato dei vantaggi per Peters come, ad esempio, nuove opportunità di lavoro.

Per questi e altri motivi, in un documento di 15 pagine, il giudice ha disposto l'intervento di una giuria. L'udienza si terrà il 31 Gennaio.

Fonti: http://trekmovie.com/2017/01/04/judge-d ... e-defense/
http://www.trektoday.com/content/2017/0 ... ury-trial/
Immagine

Avatar utente
TheGib
Ammiraglio di Flotta
Ammiraglio di Flotta
Messaggi: 7698
Iscritto il: 16 gen 2005, 10:21
Località: Livorno - Italy

Re: Star Trek: Axanar

Messaggio da TheGib » 5 gen 2017, 22:35

Sta diventando più appassionante dell'attesa per la nuova serie, per la quale tra l'altro è tutta pubblicità gratuita.
"La nostra vera nazionalità è l'umanità." H.G.Wells
--------------------------
"...c'è una certa drammatica ironia in tutto questo, una sincronia che sconfina con la predestinazione, si potrebbe dire..." R.Giles

Avatar utente
Miles
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 6071
Iscritto il: 10 apr 2003, 20:05
Località: Palermo
Contatta:

Re: Star Trek: Axanar

Messaggio da Miles » 5 gen 2017, 23:52

Già, è un win-win scenario per la Paramount e la CBS.

In ogni caso, sul suo blog Peters ha detto che, in base al verdetto, valuterà di ricorrere alla corte di appello del nono circuito (a suo dire famosa per la difesa dei diritti degli artisti ).

A me la vicenda interessa non tanto e non solo per Axanar, ma perché da questa sentenza si capirà quanto peso effettivo avranno le linee guida restrittive della Paramount per i fan-film, e quindi il futuro di tutto questo particolare settore. E' chiaro che linee guida stilate dal detentore del copyright sono importanti ma non sono al di sopra della legge: se la giuria stabilirà che ci sono somiglianze tra Axanar e il copyright di Star Trek ma sono fatte in buona fede, le linee guida della Paramount diventano poco più che uno spauracchio.
Immagine

Avatar utente
Miles
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 6071
Iscritto il: 10 apr 2003, 20:05
Località: Palermo
Contatta:

Re: Star Trek: Axanar

Messaggio da Miles » 21 gen 2017, 1:18

Finalmente ci siamo: la causa CBS/Paramount VS Axanar è stata ufficialmente chiusa in via amichevole, a distanza di qualche settimana da quello che sarebbe stato l'inizio di un processo con giuria.

Il comunicato congiunto recita così:
Paramount Pictures Corporation, CBS Studios Inc., Axanar Productions, Inc. e Alec Peters sono lieti di annunciare che la causa riguardante il film Preludio ad Axanar e l'annunciato film Axanar è stata risolta. Axanar e il Sig. Peters riconoscono che entrambe le produzioni non sono state approvate dalla Paramount o dalla CBS e che entrambe le produzioni prevaricano i limiti ritenuti accettabili dalla CBS e dalla Paramount in merito alle leggi sul copyright.

Axanar ed il Sig. Peters hanno acconsentito ad apportare sostanziali modifiche ad Axanar per arrivare ad una risoluzione della causa e hanno inoltre assicurato i legittimi detentori dei diritti che ogni eventuale progetto futuro di fan film ispirato a Star Trek, prodotto da Axanar o dal Sig. Peters, rispetterà le linee guida per i fan film rese note dalla CBS e dalla Paramount a giugno del 2016.

La Paramount e la CBS continuano ad essere convinte sostenitrici delle fan fiction e della creatività dei fan e incoraggiano i cineasti dilettanti a mettere in mostra la loro passione per Star Trek. La Paramount e la CBS non avranno nulla da obiettare, né intraprenderanno azioni legali, contro le creazioni dei fan ispirate a Star Trek che siano prodotte a livello non professionale, dilettantesco e che altresì rispettino le linee guida consultabili su http://www.startrek.com/fan-films

La Paramount e la CBS vorrebbero che i fan di Star Trek, con la loro sconfinata creatività e passione, continuassero ad avere 'Lunga vita e Prosperità'.

Axanar ha diffuso anche un suo proprio comunicato in merito alla faccenda, che dice:

Sin dall'inizio dell'azione legale, oltre un anno fa, abbiamo espresso il desiderio di affrontare le preoccupazioni degli studios e abbiamo espresso la nostra disponibilità ad operare dei necessari cambiamenti purché si possano ragionevolmente onorare le aspettative dei nostri supporters, più di quattordicimila finanziatori, fan e simpatizzanti. Ora siamo in grado di poterlo fare.

Fra i termini per la chiusura della causa c'è un accordo che permetterà di continuare a mostrare Preludio ad Axanar su YouTube, senza pubblicità, e il permesso concesso ad Axanar Productions di produrre l'annunciato film Axanar sotto forma di due segmenti da quindici minuti ciascuno che potranno essere visti su YouTube (anche qui, senza pubblicità).

Ulteriori dettagli dell'accordo saranno resi noti al cast, alla troupe e ai finanziatori privatamente.
Per i prossimi sessanta giorni, Axanar Productions si concentrerà su alcuni dettagli legali che richiedono la nostra immediata attenzione. Inoltre, esistono numerose questioni riguardanti la pre-produzione che vanno ridefinite prima di cominciare la fotografia principale del nostro progetto.

Axanar Productions è stata fondata da fan di lunga data di Star Trek per celebrare il loro amore verso Star Trek. Alec Peters ed il team di Axanar si impegnano a continuare la divulgazione della storia di Axanar e sono lieti di farlo seguendo le linee guida per i fan film, anche per progetti futuri.

Durante tutto questo processo, continueremo a comunicare con i nostri fan e finanziatori, per assicurarci che siano sempre informati e coinvolti fino al completamento della produzione.


Fonte: http://www.trektoday.com/content/2017/0 ... ettlement/


---


Sembra finita così: Axanar sarà un cortometraggio di mezz'ora diviso in due parti, e questo rispetta le linee guida della Paramount. Rimane il fatto che trattandosi di una 'ricostruzione storica' di un evento facente parte del canon di Star Trek, raccontarlo senza scendere maniacalmente in quei dettagli che hanno costretto la Paramount e la CBS ad una levata di scudi per difendere la proprietà intellettuale, è difficile. Che chiudano un occhio giusto per questo progetto?

E le altre fan web series che fine faranno?

Staremo a vedere. Nel frattempo - salvo sorprese - Axanar si farà.
Immagine

Avatar utente
TheGib
Ammiraglio di Flotta
Ammiraglio di Flotta
Messaggi: 7698
Iscritto il: 16 gen 2005, 10:21
Località: Livorno - Italy

Re: Star Trek: Axanar

Messaggio da TheGib » 21 gen 2017, 7:34

:bravo:
"La nostra vera nazionalità è l'umanità." H.G.Wells
--------------------------
"...c'è una certa drammatica ironia in tutto questo, una sincronia che sconfina con la predestinazione, si potrebbe dire..." R.Giles

Avatar utente
Miles
Ammiraglio
Ammiraglio
Messaggi: 6071
Iscritto il: 10 apr 2003, 20:05
Località: Palermo
Contatta:

Re: Star Trek: Axanar

Messaggio da Miles » 21 gen 2017, 16:21

Qualche dettaglio in più lo fornisce TrekMovie che fa notare come l'accordo raggiunto fra le parti sia sostanzialmente quello che la stessa CBS aveva avanzato a marzo dello scorso anno, per risolvere la controversia (ovvero pubblica ammissione, da parte di Peters e di Axanar, di aver esagerato l'uso di elementi protetti da copyright ed autorizzazione a mostrare l'opera su YouTube senza ricavi pubblicitari oltre alla possibilità di proiettarla a convention di fan, film festival ed eventi senza scopo di lucro. Divieto assoluto di proiettarla ad eventi pubblici ufficialmente legati a Star Trek).

Come accade spesso in questi casi, non sapremo mai nel dettaglio i termini dell'accordo, ma un portavoce di Axanar ha negato che siano state avanzate richieste economiche per far cadere la causa. D'altro canto, questa stessa dichiarazione è stata prontamente criticata dalla produzione che dice:
Non abbiamo idea di chi abbia rilasciato tale dichiarazione; non è stata prodotta dal nostro portavoce ufficiale e Axanar non la smentisce né la conferma. Ci spiace, ma non possiamo parlare di questo.
Cosa accadrà nei fatti alla produzione, dopo questa sentenza, rimane incerto: anche se l'accordo permette ad Axanar Production di continuare il suo progetto in qualche modo, non vedrà mai la luce quel film indipendente multimilionario che Peters aveva promesso ai suoi finaziatori, a fronte di ben $ 1.4 milioni di dollari raccolti.

Ciò non è dovuto solo ai limiti delle linee guida e dell'accordo raggiunto, ma anche al fatto che - stando ai documenti raccolti dalla corte - quel milione e più di dollari tirato su col crowdfunding non c'è più, usato da Peters per spese personali e per la costruzione di uno studio commerciale (non ultimata) che avrebbe dovuto ospitare la produzione del fan film ed essere affittato ad altre produzioni. La spesa per questa struttura largamente inutilizzata si aggira fra i $ 12,000 e i $ 15,000 dollari mensili.

Stando ai termini delle linee guida, Axanar non è autorizzata a servirsi di persone che hanno lavorato in passato per la CBS o la Paramount; questo sembra precludere la partecipazione del regista Robert Meyer Burnett e della maggior parte degli attori professionisti su cui Peters ha fatto affidamento per attirare le donazioni dei fan.


Immagine
Kate Vernon, J.G. Hertzler, Gary Graham, Christian Gossett, Alec Peters, Richard Hatch


Tuttavia - stando sempre a quanto scrive TrekMovie - l'accordo raggiunto permetterebbe ad Axanar di scritturare i seguenti attori: Richard Hatch, Kate Vernon, J.G. Hertzler e Gary Graham, “ma nessun altro attore coinvolto in passato in altre produzioni ufficiali di Star Trek". Inoltre, non sarà permesso retribuire alcun membro della produzione.

A Peters è fatto divieto di cercare ulteriori finanziamenti per Axanar tramite campagne pubbliche, ma può ancora ricevere donazioni private.

Sembra che sia possibile disporre fino a $ 100,000 in crowdfunding per permettere ad Axanar di produrre un doppio episodio da 30 minuti (e probabilmente, quando Axanar production dice che si concentrerà su alcuni dettagli legali e numerose questioni riguardanti la pre-produzione, si riferisce a questi aspetti).

Rimangono poi ostacoli di altra natura:

- Una possibile causa dell'ex responsabile del reparto tecnologico di Axanar Production, Terry McIntosh, che lamenta l'uso scorretto del marchio Ares Digital, compagnia che doveva occuparsi della distribuzione delle ricompense extra ai donatori, in attesa da tempo.

- Reclami pendenti sia del fisco federale sia dell'ufficio tasse californiano che dubitano Axanar abbia versato le dovute tasse.

- Una possibile class action che i finanziatori delusi potrebbero muovere alla produzione, visto che non verrà più fuori il film ad alto budget che era stato loro promesso.

- Possibile bancarotta se Axanar perdesse le suddette cause (per Peters sarebbe la seconda volta: aveva già dichiarato fallimento per una delle sue compagnie, la Propworx).

- Ulteriori accertamenti fiscali a fronte di queste possibili azioni legali.


La consulente giuridica Janet Gershen-Siegel fa notare inoltre che Peters andrà comunque incontro a grosse difficoltà nel continuare la produzione di Axanar e il fatto di aver chiuso la causa in modo amichevole non può considerarsi una vittoria, per lui: se manterrà lo studio dovrà farlo con una spesa mensile dissanguante e nessuno sembra intenzionato a prenderlo a nolo. Perché? Perché sembra che l'impianto elettrico non sia a norma e ci siano milioni di alternative migliori, nella zona.

Inoltre, ora Peters deve produrre Axanar con meno soldi, senza professionisti (sicuramente senza il regista Robert Meyer Burnett ed il mago degli effetti speciali Tobias Richter), avendo a che fare con finanziatori già in attesa da tempo e che probabilmente non sarebbero interessati a donare ulteriormente, senza contare tutta la cattiva pubblicità che questa vicenda gli ha attirato, con il resoconto della sua discutibile gestione dei fondi messo online e reso disponibile a chiunque.

A conclusione di questa complicata faccenda, rimane quello che potremmo definire un precedente legale, che avrà i suoi effetti su futuri fan film;
La decisione del giudice federale R. Gary Klausner, che ha giudicato Axanar non autorizzata a servirsi delle norme su "l'uso tollerabile" come difesa per aver infranto il copyright, ha di fatto prodotto un'analisi in quattro punti che il giudice ha preso in esame per stabilire il confine tra "l'uso tollerabile" e l'abuso.

La sua decisione potrebbe in effetti costituire la prima chiara analisi della idoneità dei lavori amatoriali a servirsi della legge sull'uso tollerabile, tanto che ad appena una settimana di distanza dalla decisione di Klausner, un altro caso l'ha presa ad esempio per contestare una possibile infrazione del copyright a David Gerrold (consulente creativo di Axanar) e ad altri, per un libro intitolato “Oh the Places You’ll Boldly Go”, che violerebbe la proprietà dello scrittore e fumettista statunitense Dr. Seuss.


Fonte: http://trekmovie.com/2017/01/20/axanar- ... t-lawsuit/
Immagine

Avatar utente
trekfan1
Ammiraglio di Flotta
Ammiraglio di Flotta
Messaggi: 6276
Iscritto il: 5 ott 2002, 17:04
Località: Italy
Contatta:

Re: Star Trek: Axanar

Messaggio da trekfan1 » 21 gen 2017, 18:31

Insomma come dire: chi troppo vuole, nulla stringe. E per colpa di Peters a rimetterci sono i fan.... tanto per cambiare...
ImmaginePartecipa anche tu al SETI @ HOME nel gruppo di StarTrekItalia

Rispondi

Torna a “Fan Movies”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite